Italia markets close in 55 minutes
  • FTSE MIB

    24.394,64
    -408,26 (-1,65%)
     
  • Dow Jones

    34.190,96
    -551,86 (-1,59%)
     
  • Nasdaq

    13.185,69
    -216,17 (-1,61%)
     
  • Nikkei 225

    28.608,59
    -909,71 (-3,08%)
     
  • Petrolio

    65,11
    +0,19 (+0,29%)
     
  • BTC-EUR

    45.773,10
    -1.751,81 (-3,69%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.573,43
    +1.330,75 (+548,36%)
     
  • Oro

    1.832,30
    -5,30 (-0,29%)
     
  • EUR/USD

    1,2173
    +0,0038 (+0,32%)
     
  • S&P 500

    4.122,66
    -65,77 (-1,57%)
     
  • HANG SENG

    28.013,81
    -581,89 (-2,03%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.941,45
    -81,90 (-2,04%)
     
  • EUR/GBP

    0,8606
    +0,0016 (+0,19%)
     
  • EUR/CHF

    1,0971
    +0,0037 (+0,34%)
     
  • EUR/CAD

    1,4730
    +0,0046 (+0,31%)
     

Nicotra (Anci): "Da Draghi messaggio di forte volontà politica su uso risorse Pnrr"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

"Il cambio di Governo ha determinato alcuni mutamenti nell'assetto del confronto sull'utilizzo delle risorse del Pnrr, il Piano nazionale di ripresa e resilienza, che si sta definendo nei suoi contenuti. Nell'incontro di ieri, in sede di Conferenza unificata Stato-Regioni-Province-Città, dal presidente Draghi è arrivato un messaggio di forte volontà politica". E' quanto sottolinea Veronica Nicotra segretaria generale dell'Anci, l'Associazione nazionale dei Comuni italiani, intervenendo al primo tavolo tecnico del progetto 'Next Generation Eu - EuroPa Comune', organizzato dal Csel, il Centro Studi Enti Locali.

"L'incontro è stato molto franco e diretto, sono anche emerse le criticità con i nodi strutturali - riferisce Nicotra - e il capo del Governo ha chiesto di cambiare tutto il possibile, di non restare impantanati nei vincoli e negli ostacoli che il nostro Paese ha subito e sofferto. Le linee del Pnrr non saranno comunque stravolte rispetto a quelle delineate dal precedente governo Conte, ma si cambierà solo quello che si riterrà di dover cambiare: le missioni restano quelle, i contenuti e i programmi resteranno praticamente identici". E, aggiunge, "finalmente, il ministero dell'Economia e delle Finanze avrà un ruolo di coordinamento di tutto il piano, con un ruolo forte e importante, di cui l'Anci è ben lieta".

L'Anci, tiene a ribadire la segretaria generale Veronica Nicotra, chiedono "finanziamenti diretti e non intermediati ai Comuni e alle Città Metropolitane, con procedure snelle, accelerate e semplificate, con riduzione di passaggi burocratici: abbiamo un'esperienza sul campo che suggerisce come tutti i finanziamenti ripartiti direttamente ai Comuni, senza mediazioni soprattutto regionali, siano quelli che funzionano meglio. Su questo non ci sono dubbi, dati alla mano".