Italia markets closed
  • Dow Jones

    30.957,54
    -2,46 (-0,01%)
     
  • Nasdaq

    13.634,39
    -1,60 (-0,01%)
     
  • Nikkei 225

    28.546,18
    -276,11 (-0,96%)
     
  • EUR/USD

    1,2161
    +0,0016 (+0,13%)
     
  • BTC-EUR

    26.487,98
    +100,99 (+0,38%)
     
  • CMC Crypto 200

    649,25
    +1,93 (+0,30%)
     
  • HANG SENG

    29.391,26
    -767,75 (-2,55%)
     
  • S&P 500

    3.851,79
    -3,57 (-0,09%)
     

Niente cashback se si paga con il metodo contactless: ecco come risolvere il problema

Antonio Cardarelli
·2 minuto per la lettura
Niente cashback se si paga con il metodo contactless: ecco come risolvere il problema
Niente cashback se si paga con il metodo contactless: ecco come risolvere il problema

Molti utenti lamentano l'assenza delle transazioni nell'app IO, il malfunzionamento riguarda i pagamenti contactless e verrà definitivamente risolto nel 2021

In principio furono i problemi di registrazione delle carte, poi arrivarono i rimborsi mancanti dopo aver pagato con il metodo contactless. La parabola del cashback di Stato, partito in fase sperimentale lo scorso 8 dicembre, si arricchisce di un nuovo capitolo. Molti utenti, infatti, si sono accorti della mancanza di diverse transazioni nel portafoglio dedicato al cashback nell’app IO. In pratica, i pagamenti effettuati con la carta correttamente registrata, ma fatti utilizzando la modalità contactless, non comparivano tra quelli utili per l’ottenimento del rimborso del 10% di quanto speso.

LA SOLUZIONE TEMPORANEA

Il “bug” è stato segnalato a PagoPA, la società che gestisce l’app IO, che nei giorni scorsi ha rilasciato una nota di chiarimento che può essere riassunta così: da gennaio verranno conteggiati tutti i pagamenti contactless, fino ad allora la soluzione è pagare sempre inserendo la carta all’interno del POS e digitare il PIN. Una soluzione che si spera sia temporanea, visto che in tempo di pandemia il pagamento contactless è certamente più indicato per evitare inutili contatti con tastiere e passaggi di mano delle carte.

LA SPIEGAZIONE DI PAGO PA

Ma per quale motivo i pagamenti contactless non sono stati conteggiati? Secondo PagoPa, il problema “non riguarda in alcun modo la tecnologia contactless in sé, né tanto meno differenze di funzionamento tra circuiti nazionali o internazionali”. “Nello specifico – spiega PagoPA – ciò si verifica nel caso in cui l’utente abbia registrato nella sezione Portafoglio dell’app IO la propria carta di debito utilizzabile su doppio circuito PagoBANCOMAT/Maestro o PagoBANCOMAT/V-Pay solo con la procedura guidata relativa alle carte PagoBANCOMAT e non anche come “carta di credito, debito o prepagata”, se precedentemente abilitata ai pagamenti online. È il caso delle cosiddette carte “co-badge”, cioè che riportano i due loghi dei rispettivi circuiti e a cui sono associati due distinti codici PAN, ovvero due numeri di carta. Questo avviene perché il secondo PAN (Maestro o V-Pay) potrebbe essere utilizzato dal POS durante i pagamenti contactless”.

INSERIRE LA CARTA E DIGITARE IL PIN

Tradotto: se il pagamento contactless passa attraverso il circuito sbagliato, la transazione non risulta valida per il cashback. A partire da gennaio 2021 verrà rilasciata una nuova versione dell’app IO che permetterà di partecipare al programma anche con l’utilizzo del secondo PAN: “In alternativa – spiega ancora pagoPA - è già possibile utilizzare con entrambi i circuiti le carte co-badge registrate sui sistemi diversi dall’app IO messi a disposizione dai soggetti (bancari o altri) che emettono gli strumenti di pagamento elettronico, detti Issuer Convenzionati. In ogni caso le transazioni risultano sempre valide se al momento dell’acquisto inserisci la tua carta nel POS e digiti il PIN”.