Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.612,04
    +116,97 (+0,48%)
     
  • Dow Jones

    34.777,76
    +229,23 (+0,66%)
     
  • Nasdaq

    13.752,24
    +119,39 (+0,88%)
     
  • Nikkei 225

    29.357,82
    +26,45 (+0,09%)
     
  • Petrolio

    64,82
    +0,11 (+0,17%)
     
  • BTC-EUR

    48.145,44
    +1.360,43 (+2,91%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.480,07
    +44,28 (+3,08%)
     
  • Oro

    1.832,00
    +16,30 (+0,90%)
     
  • EUR/USD

    1,2168
    +0,0100 (+0,83%)
     
  • S&P 500

    4.232,60
    +30,98 (+0,74%)
     
  • HANG SENG

    28.610,65
    -26,81 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.034,25
    +34,81 (+0,87%)
     
  • EUR/GBP

    0,8694
    +0,0012 (+0,13%)
     
  • EUR/CHF

    1,0948
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,4751
    +0,0088 (+0,60%)
     

Nike affonda a Wall Street, Citi toglie il buy e teme ricadute boicottaggio Cina

Redazione Finanza
·1 minuto per la lettura

Fitte vendite oggi sul titolo Nike dopo che Citigroup ha declassato il titolo del colosso dell'abbigliamento sportivo citando un potenziale rallentamento del giro d'affari in Cina a causa dei possibili contraccolpi legati alla posizione dell'azienda sul mancato rispetto dei diritti umani nello Xinjiang. Nike è una delle aziende ad essere finita nel mirino della stampa cinese e dei social media con l'invito a boicottare non acquistando prodotti del suo marchio. Citi ha ridotto il giudizio da Buy a Neutral con prezzo obiettivo ridotto da 160 a 140 dollari. Il titolo Nike segna al momento un calo del 4% a 127$, sui minimi a cinque mesi.