Italia markets closed
  • Dow Jones

    27.387,68
    -947,89 (-3,35%)
     
  • Nasdaq

    11.231,69
    -316,59 (-2,74%)
     
  • Nikkei 225

    23.494,34
    -22,25 (-0,09%)
     
  • EUR/USD

    1,1823
    -0,0045 (-0,38%)
     
  • BTC-EUR

    10.901,16
    -197,92 (-1,78%)
     
  • CMC Crypto 200

    256,78
    -6,63 (-2,52%)
     
  • HANG SENG

    24.918,78
    +132,68 (+0,54%)
     
  • S&P 500

    3.367,02
    -98,37 (-2,84%)
     

Nike guadagna con il COVID, è boom vendite online: titolo +13%. Il ceo: 'Il digitale è il New Normal'

Laura Naka Antonelli
·2 minuti per la lettura

Ottime notizie per il titolo Nike, che ha incassato un guadagno del 13% nelle contrattazioni afterhours di Wall Street, dopo la pubblicazione dei risultati di bilancio da parte del colosso americano di articoli sportivi. In pre mercato il titolo continua a segnare un rally del 13% circa. Nike è riuscita a beneficiare del successo che il mondo del digitale ha avuto nel periodo del lockdown da coronavirus e anche successivo. Nel primo trimestre fiscale terminato il 31 agosto scorso, gli utili netti del gruppo sono saliti a $1,52 miliardi, o 95 centesimi per azione, rispetto agli $1,37 miliardi, o 86 centesimi per azione, dello stesso periodo dello scorso anno. Il risultato è stato decisamente migliore dei 47 centesimi per azione attesi dal consensus. Il fatturato di Nike è sceso dello 0,6% a $10,59 miliardi dai $10,66 miliardi del primo trimestre fiscale dell'anno scorso, un livello comunque superiore ai $9,15 miliardi stimati. In Cina le vendite sono salite del 6%, mentre in Nord America - mercato principale di Nike - il trend è stato di un calo del 2%. Detto questo, con un valore di $4,23 miliardi, le vendite del Nord America hanno battuto le previsioni del consensus, pari a $3,39 miliardi. Fattore fondamentale, le vendite online sono balzate dell'82%; la divisione di articoli sportivi femminili di Nike è cresciuta inoltre di quasi il 200%. "Sappiamo che il digitale è il New Normal - ha commentato il ceo John Donahoe - Il consumatore oggi è fortemente digitale e, semplicemente, le cose non torneranno indietro". Guardando alla prima metà dell'anno fiscale 2021, Nike prevede un fatturato pressoché piatto su base annua. La domanda, a suo avviso, dovrebbe recuperare nella parte finale dell'anno, con il ritorno dei consumatori all'acquisto di articoli a prezzi pieni. Dall'inizio del 2020, il titolo Nike ha guadagnato il 15%. Il gruppo ha una capitalizzazione di $182,5 miliardi.