Italia markets closed
  • Dow Jones

    33.707,69
    -557,68 (-1,63%)
     
  • Nasdaq

    13.523,88
    -245,04 (-1,78%)
     
  • Nikkei 225

    27.588,37
    +66,11 (+0,24%)
     
  • EUR/USD

    1,1326
    -0,0028 (-0,25%)
     
  • BTC-EUR

    31.906,32
    +948,55 (+3,06%)
     
  • CMC Crypto 200

    819,48
    +8,87 (+1,09%)
     
  • HANG SENG

    24.656,46
    -309,09 (-1,24%)
     
  • S&P 500

    4.317,05
    -80,89 (-1,84%)
     

No Tav, tensione in Valsusa: pietre e bombe carta contro cantiere San Didero

·1 minuto per la lettura

Tensioni nella tarda serata di ieri in Valsusa nell’ambito della mobilitazione No Tav per la ricorrenza dell’8 dicembre, data simbolica legata all’anniversario degli scontri avvenuti nel 2005 nell’area del cantiere Torino-Lione di Venaus.

Per circa un’ora, dopo le 22 un centinaio di antagonisti provenienti anche da altre città hanno effettuato diversi attacchi al cantiere di San Didero dove sono in corso i lavori per la realizzazione del nuovo autoporto opera connessa alla Tav.

Due gruppi, di circa 50 unità ciascuno, hanno attaccato contestualmente il cantiere sui due lati con pietre, bombe carta e fuochi d'artificio. Per disperdere i manifestanti le forze dell’ordine hanno utilizzato a più riprese idrante e lacrimogeni. A quanto si apprende un carabiniere è rimasto ferito al fianco da una pietra ed è stato giudicato guaribile in 7 giorni.

Sono in corso indagini della Digos di Torino per individuare i responsabili.

Oggi, intanto, è prevista una marcia contro la realizzazione dell’opera da Borgone a San Didero a cui è annunciata la partecipazione anche di molti amministratori dei Comuni della Val di Susa.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli