Italia markets open in 2 hours
  • Dow Jones

    28.308,79
    +113,37 (+0,40%)
     
  • Nasdaq

    11.516,49
    +37,61 (+0,33%)
     
  • Nikkei 225

    23.667,67
    +100,63 (+0,43%)
     
  • EUR/USD

    1,1851
    +0,0022 (+0,19%)
     
  • BTC-EUR

    10.342,75
    +995,35 (+10,65%)
     
  • CMC Crypto 200

    246,25
    +7,33 (+3,07%)
     
  • HANG SENG

    24.747,93
    +178,39 (+0,73%)
     
  • S&P 500

    3.443,12
    +16,20 (+0,47%)
     

Nobel Fisica per scoperte su buchi neri e galassia a Penrose, Genzel e Ghez

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Il Nobel per la Fisica 2020 è stato assegnato a Roger Penrose, Reinhard Genzel, Andrea Ghez. Lo ha annunciato l'Accademia reale svedese delle Scienze. Il Premio Nobel per la Fisica 2020 è stato diviso, una metà a Roger Penrose "per la scoperta che la formazione dei buchi neri è una robusta previsione della teoria generale della relatività", l'altra metà congiuntamente a Reinhard Genzel e Andrea Ghez "per la scoperta di un oggetto compatto supermassiccio al centro della nostra galassia".

Il Nobel per la Fisica di quest'anno premia la scoperta degli oggetti più oscuri e misteriosi dell'universo, i buchi neri. L'inglese Roger Penrose, cui è andato metà del Nobel per la Fisica 2020, è nato nel 1931 a Colchester, nel Regno Unito, e lavora all'Università di Oxford. Il tedesco Reinhard Genzel, è nato il 24 March 1952, a Bad Homburg vor der Höhe, in Germania, ed è affiliato all'University di Berkeley in California (Usa) e al Max Planck Institute for Extraterrestrial Physics, Garching, in Germania. La statunitense Andrea Ghez, è nata a New York nel 1965 ed è affiliata all'University della California a Los Angeles, negli Usa.