Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.352,46
    +151,02 (+0,68%)
     
  • Dow Jones

    29.910,37
    +37,90 (+0,13%)
     
  • Nasdaq

    12.205,85
    +111,44 (+0,92%)
     
  • Nikkei 225

    26.644,71
    +107,40 (+0,40%)
     
  • Petrolio

    45,53
    -0,18 (-0,39%)
     
  • BTC-EUR

    14.308,88
    +267,29 (+1,90%)
     
  • CMC Crypto 200

    333,27
    -4,23 (-1,25%)
     
  • Oro

    1.781,90
    -23,60 (-1,31%)
     
  • EUR/USD

    1,1970
    +0,0057 (+0,48%)
     
  • S&P 500

    3.638,35
    +8,70 (+0,24%)
     
  • HANG SENG

    26.894,68
    +75,23 (+0,28%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.527,79
    +16,85 (+0,48%)
     
  • EUR/GBP

    0,8984
    +0,0068 (+0,77%)
     
  • EUR/CHF

    1,0811
    +0,0014 (+0,13%)
     
  • EUR/CAD

    1,5539
    +0,0038 (+0,24%)
     

#NoFakeFood, stop agropirateria: serve agire, appello al Governo

Red
·3 minuto per la lettura

Roma, 19 nov. (askanews) - Si è svolta questa mattina la web conference in diretta streaming "#NoFakeFood. Stop agropirateria: difesa del made in Italy e del patrimonio agroalimentare da contraffazioni e Italian sounding", promossa da Fondazione UniVerde, ASACERT - Assessment & Certification, Coldiretti con il patrocinio dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e con la partnership di Parmigiano Reggiano e Campagna Amica. Media Partners Askanews, Italpress, Radio Radicale, TeleAmbiente, Influgramer, SOS Terra Onlus. L'appuntamento, che ha registrato la sinergia dei partecipanti nel costruire insieme al Governo azioni incisive di tutela di questo patrimonio nazionale, si è tenuto in vista della V Settimana della Cucina Italiana nel Mondo (23-29 novembre) ed è stato occasione per rilanciare i temi della qualità, della salubrità e della sostenibilità delle produzioni italiane, insieme alla campagna #NoFakeFood che si propone l'obiettivo di tutelare e valorizzare il vero made in Italy agroalimentare contro agropirateria, contraffazioni e Italian sounding nonché difendere l'identità territoriale dei prodotti agroalimentari e promuovere, a livello internazionale, la genuinità del cibo e la qualità degli ingredienti 100% italiani nelle preparazioni culinarie. In vista della V Settimana della Cucina Italiana nel Mondo, è stato trasmesso, in chiusura della web conference, il video per l'internazionalizzazione de "L'Arte dei Pizzaiuoli Napoletani: Patrimonio mondiale dell'Unesco", prodotto dalla Fondazione UniVerde in collaborazione con il Dipartimento di Agraria dell'Università degli Studi di Napoli "Federico II" e la Regione Campania. Oltre a Alfonso Pecoraro Scanio (Presidente Fondazione UniVerde), Fabrizio Capaccioli (Managing Director ASACERT e Vicepresidente GBC Italia), Ettore Prandini (Presidente Coldiretti), Marcello Minenna (Direttore Generale Agenzia delle Dogane e dei Monopoli), Carlo Ferro (Presidente ICE Agenzia), Gian Carlo Caselli (Presidente Comitato scientifico Fondazione Osservatorio Agromafie), Jimmy Ghione (Inviato Striscia la Notizia e testimonial #NoFakeFood), sono intervenuti il Gen. D. Antonio Marzo (Capo di Stato Maggiore del Comando unità forestali, ambientali ed agroalimentari dei Carabinieri) e Gen. D. Giuseppe Magliocco (Comandante Comando Tutela Economia e Finanza Roma, Guardia di Finanza) che hanno rimarcato l'importante ruolo svolto dalle forze dell'ordine a contrasto di condotte illecite nel campo agroalimentare e nella tutela del made in Italy; Antonello De Riu (Capo Ufficio II DGSP, Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale) ha sottolineato l'importanza delle misure di promozione a livello internazionale, come la Settimana della Cucina Italiana nel mondo, al fine di valorizzare il meglio della tradizione agroalimentare e culinaria nazionale; Alessandro De Felice (Chief Risk Officer Prysmian Group e Presidente ANRA) ha trattato il tema della mitigazione del rischio reputazionale ed economico da parte delle aziende italiane operanti nel settore del food; Alberto Pecorari (Responsabile Servizi Istituzionali Consorzio del formaggio Parmigiano Reggiano) ha illustrato le azioni di tutela, vigilanza e salvaguardia della DOP "Parmigiano-Reggiano" in ogni fase della filiera; Carmelo Troccoli (Direttore Fondazione Campagna Amica) ha sottolineato gli obiettivi raggiunti dai mercati degli agricoltori di Campagna Amica nel favorire un acquisto critico e consapevole da parte del consumatore e nella promozione di una cultura alimentare che affonda le proprie radici nel territorio di appartenenza. Paolo Onelli, Capo di Gabinetto del MIPAAF, ha portato i saluti della Ministra delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, Teresa Bellanova, ribadendo "il diritto alla qualità del cibo e alla salute del consumatore" e annunciando l'impegno "ad accompagnare i lavori parlamentari del disegno di legge in tema di illeciti agro-alimentari. Nel prossimo G20 - ha sottolineato - rilanceremo il tema della tracciabilità di tutti i prodotti agroalimentari. Lo faremo nell'interesse della difesa delle comunità locali".