Italia Markets close in 3 hrs 5 mins
  • FTSE MIB

    22.566,07
    +67,18 (+0,30%)
     
  • Dow Jones

    30.814,26
    -177,24 (-0,57%)
     
  • Nasdaq

    12.998,50
    -114,10 (-0,87%)
     
  • Nikkei 225

    28.633,46
    +391,25 (+1,39%)
     
  • Petrolio

    52,54
    +0,18 (+0,34%)
     
  • BTC-EUR

    30.493,47
    +320,48 (+1,06%)
     
  • CMC Crypto 200

    733,24
    -1,90 (-0,26%)
     
  • Oro

    1.834,70
    +4,80 (+0,26%)
     
  • EUR/USD

    1,2134
    +0,0051 (+0,4247%)
     
  • S&P 500

    3.768,25
    -27,29 (-0,72%)
     
  • HANG SENG

    29.642,28
    +779,51 (+2,70%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.608,63
    +5,96 (+0,17%)
     
  • EUR/GBP

    0,8908
    +0,0020 (+0,22%)
     
  • EUR/CHF

    1,0766
    +0,0010 (+0,09%)
     
  • EUR/CAD

    1,5439
    +0,0045 (+0,29%)
     

"Non abbiamo soldi per mangiare" e i poliziotti regalano pizze alla famiglia bisognosa

Adalgisa Marrocco
·Contributor HuffPost Italia
·1 minuto per la lettura
(Photo: ArtistGNDphotography via Getty Images)
(Photo: ArtistGNDphotography via Getty Images)

“Non abbiamo soldi per mangiare” e i poliziotti regalano le pizze. Accade a Pisa, dove è scattata una spesa solidale offerta per aiutare alcune famiglie bisognose della città. La donazione è stata affidata a due rappresentanti dell’associazione Sguardo di Cicinato, che da tempo collabora con le forze dell’ordine.

Tra i beneficiari del gesto di solidarietà c’è anche una famiglia che qualche sera fa si era rivolta al 113 lamentando di non aver più cibo per il fine settimana e non poter provvedere all’acquisto fino a oggi, quando avrebbe ricevuto in accredito il reddito di cittadinanza.

Raccolta la richiesta d’aiuto l’operatore della sala radio ha quindi provveduto a inviare presso il domicilio della famiglia una delle Volanti sul territorio, non prima di aver loro commissionato due pizze da recapitare per quella serata, unitamente a una piccola somma di denaro frutto di una colletta del personale di polizia.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.