Italia markets closed

“Non cercare i minimi di mercato e guardare lontano”

Virgilio Chelli
“Non cercare i minimi di mercato e guardare lontano”

Capital Group ritiene che l’attuale volatilità offra opportunità da cogliere sia sull’obbligazionario che sull’azionario all’investitore attivo, ma avverte anche di non inseguire i minimi e guardare al lungo termine

La volatilità tornata alla grande è stata la grande protagonista sui mercati finanziari globali da quando sono stati impattati dalla diffusione globale del COVID-19, che ha reso necessarie drastiche misure di contrasto con l’effetto di congelare moltissime attività economiche e in prospettiva di aggredire i conti delle aziende, sia in termini di redditività che di tenuta rispetto a rischi di stress sul debito e possibili default. Volatilità che si è tradotta in violenti cali di mercato e altrettanto violenti movimenti al rialzo, dovuti principalmente questi ultimi all’annuncio di massicci pacchetti di stimolo monetari e fiscali per tenere a galla e poi far ripartire le economie bloccate dal contagio.

PREZZI INTERESSANTI PER COSTRUIRE O ESPANDERE SINGOLE POSIZIONI SIA SUI BOND CHE SULLE AZIONI

Secondo Julie Dickson, Investment Director di Capital Group, per gli investitori attivi questi sviluppi del mercato finanziario possono offrire l'opportunità di costruire ed espandere singole posizioni a prezzi interessanti. L’esperta di Capital Group fa l’esempio del fronte obbligazionario, dove si possono individuare opportunità interessanti, ad esempio nel settore sanitario, ma anche del versante azionario, dove particolare attenzione andrebbe prestata a quei settori attualmente sottovalutati, come ad esempio i titoli legati ai consumi, che stanno attraversando un momento negativo a causa dello shock della domanda.

NECESSARIO UNO SGUARDO CRITICO RAVVICINATO ALLE STRATEGIE DEI DIVIDENDI

Dall'altro lato, Dickson individua invece dei rischi, come ad esempio nel settore dell'energia, dove una conseguenza della crisi potrebbe essere il taglio dei dividendi. Per questo, secondo l’esperta di Capital Group, uno sguardo critico e ravvicinato alle strategie delle singole società sul fronte dei dividendi è fondamentale.

LA CINA MOSTRA CHE QUANDO IL QUADRO DEL CONTAGIO MIGLIORA ANCHE I MERCATI RIPARTONO

Il tutto è ovviamente collegato alle prospettive d’uscita dall’emergenza, vale a dire superamento del contagio prima e ripartenza delle economie dopo. Mentre vaste parti del mondo sono ancora al centro della tempesta causata dalla pandemia, secondo Dickson la Cina può offrire un primo sguardo al periodo post-crisi: dopo che le misure adottate contro COVID-19 hanno mostrato i loro effetti, i mercati sono stati in grado di riprendersi e stabilizzarsi in modo significativo, con uno sviluppo che mostra come non appena le notizie positive superano quelle negative e il numero dei contagi diminuisce, anche i mercati si riprendono.

Video - Rispondere al coronavirus con la gestione attiva

Rispondere al coronavirus con la gestione attiva - Video - Financialounge.com

LA VOLATILITÀ GLOBALE NON È FINITA, BISOGNA EVITARE DI CONCENTRARSI SUI MOVIMENTI A BREVE

Ma da una prospettiva globale, l’esperta di Capital Group osserva che ci saranno ancora molte notizie negative e prevede che la volatilità continuerà. Al momento è impossibile fare previsioni valide su come si svilupperà il contagio nel resto del mondo. Per questo Capital Group, In qualità di investitori a lungo termine, ritiene importante evitare di concentrarsi sui movimenti di breve termine e sul fatto che i mercati abbiano raggiunto o meno un punto di minimo. È fondamentale invece ragionare in un’ottica a cinque o a dieci anni e focalizzarsi su come si svilupperanno i mercati una volta superata la crisi.