Italia markets closed
  • Dow Jones

    30.930,52
    +116,26 (+0,38%)
     
  • Nasdaq

    13.197,18
    +198,68 (+1,53%)
     
  • Nikkei 225

    28.633,46
    +391,25 (+1,39%)
     
  • EUR/USD

    1,2130
    +0,0047 (+0,39%)
     
  • BTC-EUR

    30.186,15
    +13,16 (+0,04%)
     
  • CMC Crypto 200

    727,44
    +12,25 (+1,71%)
     
  • HANG SENG

    29.642,28
    +779,51 (+2,70%)
     
  • S&P 500

    3.798,91
    +30,66 (+0,81%)
     

Non è l’Arena usa la grafica col Vesuvio che "erutta" virus. I social si indignano

Adalgisa Marrocco
·Contributor HuffPost Italia
·1 minuto per la lettura

Un fotomontaggio con il Vesuvio che erutta virus mentre in studio Massimo Giletti parla dell’emergenza Covid-19 in Campania: è accaduto durante l’ultima puntata di Non è l’Arena su La7. L’elaborazione grafica ha suscitato reazioni indignate da parte di telespettatori e utenti.

“Cattiva, razzista, di cattivissimo gusto”, “Lo sfondo del programma di Giletti rappresenta Napoli col Vesuvio che erutta Coronavirus. Al posto di Non è l’Arena, dovrebbe chiamarsi Padania is not Italy”: sono solo alcuni dei commenti apparsi su Twitter.

Un altro utente sottolinea come “mostrare il Vesuvio che erutta fumo e covid significa non avere un minimo di rispetto per Napoli, la Campania, e tutti i suoi abitanti”. Critiche da parte dei social network anche al sindaco Luigi De Magistris in collegamento durante la trasmissione: gli utenti hanno sottolineato il fatto che il primo cittadino non ha commentato in diretta l’elaborazione grafica comparsa sullo schermo dello studio.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.