Italia markets closed
  • FTSE MIB

    27.061,40
    -508,60 (-1,84%)
     
  • Dow Jones

    34.265,37
    -450,03 (-1,30%)
     
  • Nasdaq

    13.768,92
    -385,08 (-2,72%)
     
  • Nikkei 225

    27.522,26
    -250,64 (-0,90%)
     
  • Petrolio

    84,83
    -0,31 (-0,36%)
     
  • BTC-EUR

    31.190,07
    -259,29 (-0,82%)
     
  • CMC Crypto 200

    870,86
    +628,18 (+258,85%)
     
  • Oro

    1.836,10
    +4,30 (+0,23%)
     
  • EUR/USD

    1,1347
    +0,0030 (+0,26%)
     
  • S&P 500

    4.397,94
    -84,79 (-1,89%)
     
  • HANG SENG

    24.965,55
    +13,25 (+0,05%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.229,56
    -70,05 (-1,63%)
     
  • EUR/GBP

    0,8368
    +0,0051 (+0,61%)
     
  • EUR/CHF

    1,0342
    -0,0032 (-0,31%)
     
  • EUR/CAD

    1,4273
    +0,0133 (+0,94%)
     

"Non si può lavorare solo dall’ufficio o da casa. Nasce il lavoro ibrido"

·3 minuto per la lettura
Island Conservation (Photo: Island Conservation)
Island Conservation (Photo: Island Conservation)

Le nuove generazioni chiedono un modello di lavoro più flessibile e che soprattutto includa la possibilità di lavorare da qualsiasi luogo. E le aziende sono chiamate a rispondere. Lo dicono i dati, in una ricerca condotta da Lenovo, azienda promotrice di un’iniziativa inedita che traduce nel concreto le esigenze di Millennial e Gen Z. L’iniziativa si chiama Work For Human Kind e riunirà sull’Isola di Robinson Crusoe, nell’Oceano Pacifico, volontari da tutto il mondo che lavoreranno da remoto da lì e nel frattempo potranno contribuire alla vita della comunità locale con progetti misurati sulle esigenze dell’isola.

“Fornire a tutti l’accesso alle tecnologie smart, questo fa parte della nostra mission”, racconta ad HuffPost Natasha Perfetti, Country Marketing Manager per l’Italia di Lenovo. “La nostra ricerca ha messo in evidenza l’importanza della flessibilità nel lavoro. Tante volte abbiamo detto che la pandemia ha accelerato la trasformazione digitale e ha trasformato la modalità del luogo del lavoro, costringendoci nelle nostre case”. Ora il passo in più è conservare questa innovazione. “Nasce il lavoro ibrido. Non c’è più il lavoro dall’ufficio o il lavoro da casa: quello che le nuove generazioni chiedono è di poter lavorare da qualsiasi luogo”.

In Italia infatti i dati raccolti mostrano che il 63% degli intervistati è disponibile a lavorare in qualsiasi luogo e inoltre quasi due terzi dichiarano di fondamentale importanza contribuire al benessere della comunità in cui si trovano a lavorare. “Due dati molto importanti che confermano come questi temi siano oggi di primo piano e a cui è molto sensibile questa nuova generazione che entra nel mercato del lavoro”, sottolinea Perfetti.

Con Work For Human Kind Lenovo, assicura la manager, insieme alla comunità locale e all’organizzazione internazionale no-profit Island Conservation, “rende reale questa esigenza e conferma che un modello di lavoro da remoto attraverso la tecnologia è applicabile ovunque”.

Due sono gli ambiti principali cui i volontari dovranno contribuire per il benessere dell’isola. Uno è la protezione e conservazione delle specie in via di estinzione, dato che l’isola è uno dei luoghi più ricchi di ecosistemi al mondo, e l’altro è il processo verso la sostenibilità. “Per farlo c’è bisogno dell’infrastruttura tecnologica. Quello che manca nell’isola è ad esempio la connettività ad alta velocità e i device”.

Perfetti infatti indica come l’obiettivo sia a lungo termine: “L’hub tecnologico che Lenovo sta costruendo rimarrà a disposizione dell’isola, anche quando i volontari se ne saranno andati, così le conoscenze che questi saranno riusciti a trasmettere. E non si bloccheranno neanche le sovvenzioni finanziarie per conseguire anche ulteriori progetti”.

Dall’indagine Lenovo, ricorda Perfetti, emerge anche che l′83% dei responsabili IT immagina che nei prossimi anni più del 50% della loro forza lavoro sarà da remoto. “La tecnologia ci insegna questo: che possiamo lavorare e studiare da ovunque e anche meglio. Da remoto infatti aumenta anche la produttività migliorando l’equilibrio tra vita privata e lavoro”. E anche di più, conclude Perfetti: “Se l’azienda permette ai giovani di lavorare da ovunque guadagnerà anche la loro fiducia perché, lo conferma la ricerca, entrerà in empatia con le loro esigenze”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli