Italia markets open in 20 minutes
  • Dow Jones

    34.297,73
    -66,77 (-0,19%)
     
  • Nasdaq

    13.539,29
    -315,83 (-2,28%)
     
  • Nikkei 225

    27.011,33
    -120,01 (-0,44%)
     
  • EUR/USD

    1,1297
    -0,0009 (-0,08%)
     
  • BTC-EUR

    33.032,20
    +929,99 (+2,90%)
     
  • CMC Crypto 200

    847,48
    +26,89 (+3,28%)
     
  • HANG SENG

    24.238,06
    -5,55 (-0,02%)
     
  • S&P 500

    4.356,45
    -53,68 (-1,22%)
     

Nonostante le Riunioni della FED e della BCE sull’Euro Dollaro Vige la Lateralità

·2 minuto per la lettura

Il prezzo dell’euro dollaro sta oscillando da diverse settimane all’interno di un range tra 1,1186/1,1383 che sta diventando sempre più stretto, chiaro sintomo di tranquillità sui mercati poiché si stanno avvicinando le festività natalizie e di conseguenza sono pochi gli eventi macroeconomici importanti calendarizzati.

Nella giornata di oggi, il fiber ha tentato di posizionarsi al di sopra del livello psicologico 1,13 ma già dalle prime ore della seduta della sessione europea ha trovato molta fatica a rimanere al di sopra di essa nonostante la debolezza del future del dollaro americano. Debolezza del fiber data dalle preoccupazioni degli investitori per la rapida diffusione della variante Omicron, la quale sta dando un forte freno ulteriori mosse ottimistiche nei mercati. E questo porterebbe avvantaggiare il dollaro americano e il relativo status attuale di valuta sicuro.

Le più importanti news macroeconomiche della settimana

L’euro dollaro è sceso al di sotto del livello 1,13 a causa del pessimo rapporto della GfK sul clima fra i consumatori tedeschi (-6,8 rispetto ad un previsto -2,7). Questo indicatore chiave misura il livello di fiducia dei consumatori nei riguardi dell’economia ed è in grado di anticiparne la spesa; con un livello così basso da maggio non è sorprendente che l’euro dollaro è stazionario al di sotto di 1,13.

I prossimi appuntamenti macro sono calendarizzato giovedì 23 alle ore 14.30 con gli ordini di beni durevoli USA e le richieste iniziali di sussidi di disoccupazione. L’economia statunitense è fortemente dipendente dal consumo, in quanto costituisce circa il 70% del PIL statunitense e i beni durevoli sono una componente chiave del consumo complessivo. Dopo un calo dello 0,5%, si prevede un incremento degli ordinativi dell’1,6%. Per quanto riguarda le richieste iniziali di sussidi di disoccupazione si prevede un dato praticamente quasi identico dello scorso mese (previsto 205K vs precedente 206K)

Analisi Tecno-Grafica e previsioni euro dollaro

Come anticipato, il fiber sta oscillando lateralmente da fine novembre, all’interno di un triangolo di compressione. Ben evidente che la volatilità sta diminuendo ogni giorno che passa.

Questo crollo di volatilità indicare un’esplosione del movimento, dove al momento quello più accreditato è quello rialzista, data la presenza dell’area di demand di lungo periodo. Di seguito i target del possibile movimento rialzista: 1,1363 – 1,1655 – 1,1880 – 1,2005 – 1,2083.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico. È inoltre possibile seguire la nostra pagina Facebook per rimanere aggiornati sulle ultime notizie economiche e analisi tecniche.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli