Italia markets close in 19 minutes
  • FTSE MIB

    24.328,23
    +62,78 (+0,26%)
     
  • Dow Jones

    33.677,36
    +81,02 (+0,24%)
     
  • Nasdaq

    10.997,72
    -17,17 (-0,16%)
     
  • Nikkei 225

    27.686,40
    -199,47 (-0,72%)
     
  • Petrolio

    73,30
    -0,95 (-1,28%)
     
  • BTC-EUR

    16.032,69
    -269,24 (-1,65%)
     
  • CMC Crypto 200

    395,55
    -6,49 (-1,61%)
     
  • Oro

    1.791,70
    +9,30 (+0,52%)
     
  • EUR/USD

    1,0508
    +0,0039 (+0,37%)
     
  • S&P 500

    3.946,32
    +5,06 (+0,13%)
     
  • HANG SENG

    18.814,82
    -626,36 (-3,22%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.942,27
    +3,08 (+0,08%)
     
  • EUR/GBP

    0,8611
    -0,0015 (-0,18%)
     
  • EUR/CHF

    0,9866
    +0,0006 (+0,06%)
     
  • EUR/CAD

    1,4305
    +0,0019 (+0,13%)
     

Nord Stream, per Ue sabotaggio è ipotesi probabile

Bolle di gas provenienti dalla perdita del Nord Stream 2 raggiungono la superficie del Mar Baltico nell'area mostra una perturbazione di ben oltre un chilometro di diametro nei pressi di Bornholm, Danimarca

BERLINO/COPENAGHEN (Reuters) - Ogni deliberata interruzione dell'infrastruttura energetica dell'Ue incontrerà una "risposta robusta e unita", ha detto l'Alto rappresentante per gli Affari Esteri dell'Unione europea, dopo che diversi Stati hanno denunciato un attacco ai gasdotti Nord Stream 1 e 2.

Mentre il gas continua a fuoriuscire nel Mar Baltico, rimane tutt'altro che chiaro chi possa essere il responsabile delle perdite o di un eventuale sabotaggio, se provato, sui gasdotti Nord Stream costruiti dalla Russia e dagli stati europei.

La Russia, che ha ridotto le forniture di gas all'Europa dopo che l'Occidente ha imposto sanzioni per l'invasione dell'Ucraina, ha anche affermato che il sabotaggio è una possibilità e che le perdite minano la sicurezza energetica del continente.

L'Unione europea ritiene che le perdite rilevate lunedì nei gasdotti Nord Stream siano state probabilmente causate da un sabotaggio, ha detto Josep Borrell all'emittente tedesca Ntv, facendo eco alle opinioni espresse ieri da Germania, Danimarca e Svezia. L'Ue non ha fatto il nome di un potenziale colpevole né ha suggerito una motivazione.

"Ogni deliberata interruzione della fornitura delle infrastrutture energetiche europee è assolutamente inaccettabile e sarà affrontata con una risposta forte e unitaria", ha detto Borrell, secondo quanto riportato da Ntv.

Il ministro della Difesa danese, nel frattempo, ha detto che c'è motivo di essere preoccupati per la situazione della sicurezza nella regione del Mar Baltico dopo un incontro con il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg a Bruxelles.

"La Russia ha una presenza militare significativa nella regione del Mar Baltico e ci aspettiamo che continui ad assumere una posizione minacciosa", ha detto Morten Bodskov in un comunicato.

Il primo ministro svedese Magdalena Andersson ha detto ieri in una conferenza stampa che sono state rilevate due esplosioni in relazione alle perdite di gas.

I sismologi danesi e svedesi hanno detto di aver registrato due potenti esplosioni lunedì in prossimità delle perdite e che le esplosioni erano in acqua, non sotto il fondale marino.

I gasdotti Nord Stream sono stati al centro di un'escalation energetica tra l'Europa e Mosca che ha danneggiato le principali economie occidentali, fatto salire i prezzi del gas alle stelle e scatenato la corsa a forniture alternative.

Le forze armate danesi hanno detto che la più grande fuga di gas ha causato una perturbazione superficiale di oltre un chilometro di diametro, mentre le agenzie hanno avvisato le navi di evitare l'area.

Nessuno dei due gasdotti stava pompando gas nel momento in cui sono state riscontrate le perdite, ma gli incidenti vanificano ogi residua aspettativa che l'Europa possa ricevere carburante attraverso il Nord Stream 1 prima dell'inverno.

L'operatore Nord Stream ha definito i danni "senza precedenti", mentre Gazprom, la società controllata dalla Russia che detiene il monopolio delle esportazioni di gas tramite gasdotto, non ha voluto commentare.

La Norvegia ha detto che rafforzerà la sicurezza dei suoi impianti petroliferi e del gas in seguito alle perdite e alle segnalazioni dei droni nel Mare del Nord, mentre le autorità danesi hanno chiesto di aumentare il livello di capacità di intervento nel settore dell'energia e del gas.

La Russia ha ridotto le forniture di gas all'Europa attraverso il Nord Stream 1 prima di sospendere del tutto i flussi ad agosto, indicando come causa difficoltà tecniche dovute alle sanzioni imposte dall'occidente. I politici europei sostengono che si tratti di un pretesto per interrompere la fornitura di gas.

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Andrea Mandalà)