Italia markets open in 6 hours 35 minutes
  • Dow Jones

    35.116,40
    +278,24 (+0,80%)
     
  • Nasdaq

    14.761,29
    +80,23 (+0,55%)
     
  • Nikkei 225

    27.567,49
    -74,34 (-0,27%)
     
  • EUR/USD

    1,1868
    0,0000 (-0,00%)
     
  • BTC-EUR

    32.098,79
    -998,72 (-3,02%)
     
  • CMC Crypto 200

    930,61
    -12,83 (-1,36%)
     
  • HANG SENG

    26.194,82
    -40,98 (-0,16%)
     
  • S&P 500

    4.423,15
    +35,99 (+0,82%)
     

I Nostri 21, il bilancio della giornata: Saka raccoglie applausi, poco tempo per gli altri

·2 minuto per la lettura

Dopo una giornata come quella di ieri, ricca di giocatori impegnati tra I Nostri 21, oggi gli spunti arrivano soltanto dalla sfida tra Inghilterra e Repubblica Ceca, vinta dagli uomini di Southgate per 1-0. Fuori Foden, fin qui punto fermo inglese, hanno trovato spazio Saka dal primo minuto e Bellingham da subentrante, nella ripresa.

Dall'altra parte, dal 65' come nel caso di Bellingham, è sceso in campo invece il ceco Hlozek. Questo il resoconto di quanto fatto dai giocatori che 90min ha scelto di seguire con particolare attenzione, giovani talenti meritevoli e pronti a sbocciare definitivamente:

1. Bukayo Saka, Repubblica Ceca-Inghilterra 0-1

Saka e il CT Southgate | Matt Dunham - Pool/Getty Images
Saka e il CT Southgate | Matt Dunham - Pool/Getty Images

Southgate gli dà finalmente fiducia, nel ruolo di attaccante esterno a destra solitamente occupato da Foden, e il talento dell'Arsenal ripaga decisamente: rapido e sempre pericoloso, salta l'uomo e dialoga a dovere coi compagni d'attacco. Nella ripresa il ritmo cala ma Saka conquista falli preziosi e mostra ancora le proprie qualità: merita gli applausi, la vera standing ovation, che Wembley gli regala nel finale, al momento della sostituzione.

2. Jude Bellingham, Repubblica Ceca-Inghilterra 0-1

Ingresso in campo per Bellingham | Chris Brunskill/Fantasista/Getty Images
Ingresso in campo per Bellingham | Chris Brunskill/Fantasista/Getty Images

Entra in campo al 65', quando l'Inghilterra di fatto rallenta i ritmi e non forza, riesce a svariare tra il centro del campo e gli esterni, mostrando dinamismo e personalità. Non brilla come Saka ma ha comunque meno tempo per farlo, in un momento della sfida in cui risultava difficile fare effettivamente la differenza.

3. Adam Hlozek, Repubblica Ceca-Inghilterra 0-1

Il ceco Hlozek | MICHAL CIZEK/Getty Images
Il ceco Hlozek | MICHAL CIZEK/Getty Images

Entra in campo nella ripresa e non riesce a incidere più di tanto, quando ha palla si limita a smistare senza però correre rischi particolari e senza farsi vedere troppo in avanti. Il poco tempo a disposizione certo non lo aiuta a mettersi in mostra come meriterebbe.

Segui 90min su Facebook.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli