Italia markets closed
  • Dow Jones

    35.064,25
    +271,58 (+0,78%)
     
  • Nasdaq

    14.895,12
    +114,58 (+0,78%)
     
  • Nikkei 225

    27.728,12
    +144,04 (+0,52%)
     
  • EUR/USD

    1,1839
    -0,0004 (-0,04%)
     
  • BTC-EUR

    34.630,55
    +722,71 (+2,13%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.005,54
    +29,64 (+3,04%)
     
  • HANG SENG

    26.204,69
    -221,86 (-0,84%)
     
  • S&P 500

    4.429,10
    +26,44 (+0,60%)
     

Nuoro, accoltellata dall'ex esce dal coma e cerca il figlio morto per difenderla

·1 minuto per la lettura

E' uscita dal coma, respira autonomamente e ha chiesto del figlio, Mirko. Paola Piras, accoltellata lo scorso 11 maggio a Tortolì (Nu) dall’ex compagno - che ha anche ucciso il ragazzo mentre questi cercava di difendere la madre - non è ancora fuori pericolo e i medici che la assistono nell’ospedale Nostra Signora della Mercede, a Lanusei, per ora preferiscono non dirle che il figlio è morto.

Ad ucciderlo è stato l’ex compagno di Paola Piras, un uomo di origine pakistane che non aveva accettato la fine della loro storia e, nelle prime ore della mattina dell’11 maggio, si è introdotto nella casa dove si trovavano il giovane e la madre, ha colpito con numerose coltellate la donna e ferito a morte Mirko.

Per oltre un mese Paola Piras è stata in coma e, appena si è svegliata, nei giorni scorsi, ha chiesto dove fosse Mirko. Per la donna, fanno sapere dall’ospedale, è già stato predisposto il supporto degli psicologi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli