Italia markets open in 8 hours 33 minutes
  • Dow Jones

    33.970,47
    -614,41 (-1,78%)
     
  • Nasdaq

    14.713,90
    -330,06 (-2,19%)
     
  • Nikkei 225

    30.500,05
    +176,75 (+0,58%)
     
  • EUR/USD

    1,1736
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • BTC-EUR

    37.381,02
    -3.092,01 (-7,64%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.076,57
    -57,81 (-5,10%)
     
  • HANG SENG

    24.099,14
    -821,62 (-3,30%)
     
  • S&P 500

    4.357,73
    -75,26 (-1,70%)
     

Nuovi controlli a motoraduno in piazzale Sport a Milano: 24 multe

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 30 lug. (askanews) - Ieri sera, per la terza volta nel mese di luglio, sono stati effettuati dei controlli predisposti dal questore di Milano, Giuseppe Petronzi, dei motociclisti che da tempo, a centinaia, si radunano nei pressi dello stadio Meazza, inscenando pericolose evoluzioni lungo i viali circostanti.

Tra le 20 e le 24 di ieri, i poliziotti, con il contributo dei carabinieri, dei finanzieri e dei vigili, hanno controllato complessivamente 156 motocicli e 210 persone, elevando 24 sanzioni per violazioni al Codice della strada. Lo hanno riferito in una nota congiunta la Questura e il Comune di Milano, spiegando che cinque veicoli sono stati sospesi dalla circolazione per mancata revisione, e che sono stati effettuati due fermi amministrativi e un sequestro amministrativo, che "è stato redatto per violazione al Regolamento di polizia urbana", che sono state ritirate due carte di circolazione e che una persona è stata sanzionata amministrativamente perché guidava senza aver mai conseguito la patente.

Nel corso del servizio, effettuato in piazzale dello Sport la punta massima dei motociclisti radunatisi nei pressi di un bar vicino allo stadio, è stata di 350 persone circa, con 250 motocicli.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli