Nuovi ribassi in Borsa. Il focus è sulla crescita in Europa

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
BPD.BE4,990,00
^FCHI4.405,66+60,31

La chiusura pesantemente negativa di Wall Street non ha penalizzato questa mattina la Borsa giapponese visto che il Nikkei 225 (Osaka: ^N225 - notizie) ha terminato gli scambi con un progresso dell‘1,9%, mentre si è mosso in direzione opposta l’Hang Seng (HKSE: ^HSI - notizie) che è sceso dell‘1,55%. Le vendite invece prevalgono in Europa dove i listini non riescono a rimanere immuni ai segnali negativi arrivati dall’opposta sponda dell’Atlantico. Intanto dalla Germania sono arrivati segnali di rallentamento dell’economia, dal momento che le stime provvisorie sul PIL del terzo trimestre hanno evidenziato un rialzo dello 0,2%, rispetto allo 0,3% dei tre mesi precedenti. Cresce intanto l’attesa per il dato preliminare del Prodotto Interno Lordo dell’area euro che sarà diffuso alle ore 11 e dal quale si attende una variazione negativa dello 0,2%, in linea con quella del secondo trimestre. A difendersi meglio degli altri è il Cac40 (Parigi: ^FCHI - notizie) che limita i danni ad un calo dello 0,3%, mentre restano più indietro il Ftse100 e il Dax30 che scendono rispettivamente dello 0,51% e dello 0,52%. In ribasso anche Piazza Affari che vede l’indice Ftse Mib (MDD: FTSEMIB.MDD - notizie) a ridosso dei 15.150 punti, con una flessione dello 0,62%. Tra le blue chips che snobbano le vendite troviamo Diasorin (Berlino: 34D.BE - notizie) che sale del 2,25% sulla scia della doppia promozione di Morgan Stanley (Dusseldorf: 653571.DU - notizie) che ha migliorato il giudizio da “underweigth” a “overweight”, alzando il prezzo obiettivo da 22 a 33 euro. In controtendenza Fiat Auto (Milano: F.MI - notizie) che avanza dell‘1,08%, mentre tra i titoli del Lingotto Exor e Fiat Industrial arretrano rispettivamente dello 0,51% e dello 0,62%. Ancora spunti positivi per A2A (MDD: A2A.MDD - notizie) che dopo il rally di ieri guadagna lo 0,78%, e tra le utilities cerca di mantenersi a galla Enel Green Power (Berlino: 11758488.BE - notizie) con un frazionale calo dello 0,08%.

, Nel settore bancario spicca Unicredit (EUREX: C2RI.EX - notizie) che si apprezza di quasi mezzo punto dopo che Equita SIM ha migliorato il rating da “buy” a “hold”. Poco sotto la parità Ubi Banca (Berlino: BPD.BE - notizie) che cede lo 0,21%, mentre Mediobanca (EUREX: 574959.EX - notizie) , Monte Paschi e Banca Popolare dell’Emilia Romagna calano di circa mezzo punto. Restano più indietro Intesa Sanpaolo (Dusseldorf: 575913.DU - notizie) e Banca Popolare di Milano (Milano: PMI.MI - notizie) che arretrano entrambi dello 0,8%. Sotto pressione Autogrill (Milano: AGL.MI - notizie) che accusa un ribasso del 2,71%, vendite su Campari (MDD: CPR.MDD - notizie) che scende del 2,62% e tra le blue chips più colpite dai venditori troviamo anche STM e Atlantia (EUREX: AOPG.EX - notizie) che perdono l‘1,66% e l‘1,5%. Per le novità sul fronte macro Usa, in agenda troviamo il dato sull’inflazione che ad ottobre dovrebbe mostrare un frazionale rialzo dello 0,1% dallo 0,6% precedente. Le nuove richieste di sussidi di disoccupazione che dovrebbero salire a 385mila unità rispetto alle 355mila della lettura precedente. Per l’indice New York Empire State Manufacturing le attese parlano di un dato pari a -7,2 punti rispetto ai -6,16 di ottobre, mentre l’indice Phiadelphia Fed riferito al mese in corso è visto a +2 punti, in frenata dai +5,7 di ottobre. In agenda anche un discorso di John Williams, presidente della Fed di San Francisco, e a prendere la parola sarà anche Jeffrey Lacker, a capo della Fed di Richmond (Berlino: RC9.BE - notizie) . Previsto inoltre gli interventi di Richard Fisher e di Charles Plosser, presidenti rispettivamente della Fed di Dallas e di Philadelphia, ma l’intervento più rilevante sarà senza dubbio quello del Chairman Ben Bernanke.

Prima dell’avvio degli scambi a Wall Street saranno diffusi i risultati degli ultimi tre mesi di Wal-mart dai quali ci si attende un utile per azione di 1,07 dollari.

, In serata, dopo la chiusura dei listini, si guarderà ai conti di Applied Materials (NasdaqGS: AMAT - notizie) e di Dell (NasdaqGS: DELL - notizie) che per non deludere le attese dovranno centrare l’obiettivo di un eps rispettivamente di 0,03 e di 0,4 dollari.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.534,52 +3,44% 16 apr 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.139,26 +1,54% 16 apr 17:50 CEST
Ftse 100 6.584,17 0,65% 16 apr 17:35 CEST
Dax 9.317,82 +1,57% 16 apr 17:45 CEST
Dow Jones 16.424,85 +1,00% 16 apr 22:31 CEST
Nikkei 225 14.388,20 0,20% 05:54 CEST

Ultime notizie dai mercati