Italia markets closed
  • Dow Jones

    30.041,53
    +450,26 (+1,52%)
     
  • Nasdaq

    12.022,59
    +141,95 (+1,19%)
     
  • Nikkei 225

    26.165,59
    +638,22 (+2,50%)
     
  • EUR/USD

    1,1881
    +0,0035 (+0,30%)
     
  • BTC-EUR

    16.089,23
    +508,09 (+3,26%)
     
  • CMC Crypto 200

    378,95
    +9,20 (+2,49%)
     
  • HANG SENG

    26.588,20
    +102,00 (+0,39%)
     
  • S&P 500

    3.632,33
    +54,74 (+1,53%)
     

Nuovo cluster nel mantovano: 97 contagi in un'azienda

·1 minuto per la lettura
focolaio azienda agricola mantova
focolaio azienda agricola mantova

In un’azienda agricola in provincia di Mantova è stato riscontrato un nuovo focolaio di coronavirus con 97 casi positivi. A renderlo noto è stato l’assessore al Welfare di Regione Lombardia specificando che tre persone hanno sintomi lievi mentre tutti gli altri son asintomatici.

Focolaio a Mantova in un’azienda agricola

L’individuazione del cluster è stata resa possibile dopo la segnalazione di un caso con sintomatologia febbrile da parte di un medico di famiglia. La persona in questione ha effettuato il tampone a domicilio e ha dato esito positivo. É dunque seguito un accurato e tempestivo lavoro di tracciamento e indagine disposto dall’azienda sanitaria della Valpadana che ha permesso di individuare i suoi contatti in ambito familiare e lavorativo.

Dato che il cittadino è impiegato in uno stabilimento del settore agricolo nel mantovano, le autorità sanitarie hanno provveduto ad allertare il proprietario della ditta e il medico competente per organizzare test a tappeto su tutti i 250 lavoratori. Nella giornata di martedì 4 agosto sono stati processati i tamponi di 172 individui, 96 dei quali hanno dato risultato positivo. Per il momento i contagi sono dunque 97 contando anche il paziente zero. Lo screening sui rimanenti colleghi proseguirà nella giornata successiva.

Non è il primo caso di focolaio in un’azienda in provincia di Mantova. Già all’inizio di luglio in alcuni macelli e salumifici di Viadana e Dosolo le Ats avevano circoscritto tre focolai per un totale di 70 lavoratori contagiati.