Italia markets closed

Nursind: in Toscana rafforzare l'infermiere di quartiere

(Segue)

Firenze, 19 mag. (askanews) - "L'infermiere di quartiere istituito dal Decreto Rilancio? In Toscana esiste già. Ma servono risorse per formazione specifica e nuove assunzioni, per guardare oltre l'emergenza: chiediamo un incontro in Regione per capire come dare attuazione alle misure". Giampaolo Giannoni, segretario regionale del sindacato autonomo degli infermieri Nursind interviene nel merito della figura identificata dalle nuove disposizioni di legge. "La Toscana - sottolinea - è stata una delle prime regioni a deliberare sull'infermiere di comunità, ma la situazione è a macchia di leopardo sul territorio, per una figura che avrebbe potuto intercettare molte delle criticità emerse durante l'emergenza sanitaria. A partire dalle Rsa".

"Come Nursind ci siamo battuti a lungo per il riconoscimento di questa figura e l'attivazione di percorsi specifici, presentando anche un progetto specifico per l'infermiere nelle scuole. Ma 8 infermieri ogni 50mila abitanti, come previsto dal Decreto Rilancio, non possono essere sufficienti ad attivare questa rete di sicurezza sul territorio".