Italia markets open in 2 hours 24 minutes
  • Dow Jones

    31.535,51
    +603,14 (+1,95%)
     
  • Nasdaq

    13.588,83
    0,00 (0,00%)
     
  • Nikkei 225

    29.388,48
    -275,02 (-0,93%)
     
  • EUR/USD

    1,2025
    -0,0035 (-0,29%)
     
  • BTC-EUR

    40.669,04
    +1.932,08 (+4,99%)
     
  • CMC Crypto 200

    982,16
    -4,49 (-0,46%)
     
  • HANG SENG

    29.094,47
    -358,10 (-1,22%)
     
  • S&P 500

    3.901,82
    +90,67 (+2,38%)
     

Ocse: Pil 2020 -4,9%, il peggiore delle serie storiche (dal 1961)

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 18 feb. (askanews) - E' tornata a indebolirsi la crescita economica dei Paesi avanzati sul finale dell'anno, con diversi Stati che hanno assistito a contrazioni. Il Pil dell'area Ocse ha segnato un più 0,7% nel quarto trimestre, dopo il rimbalzo del 9,2% del terzo trimestre che a sua volta seguiva le cadute da crisi pandemica.

L'intero 2020 si è chiuso con un meno 4,9%. Si tratta della peggiore contrazione su un intero anno dall'inizio delle serie storiche nel 1961, secondo quanto precisano dall'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico. Il calo più grave precedente si era verificato nel 2009, un meno 3,4% del Pil dell'area Ocse nell'anno della recessione globale seguito alla crisi finanziaria (subprime e Lehman) del 2007-2008.

In Italia, ricorda ancora l'Ocse, nel quarto trimestre il Pil è tornato a calare del 2% e il 2020 si è chiuso con una caduta dell'8,9%. Nell'area euro ha segnato un meno 0,6% nell'ultimo trimestre dell'anno, il cui bilancio ha visto il Pil diminuire del 6,7%.