Italia markets open in 3 hours 41 minutes
  • Dow Jones

    31.961,86
    +424,51 (+1,35%)
     
  • Nasdaq

    13.597,97
    +132,77 (+0,99%)
     
  • Nikkei 225

    30.140,64
    +468,94 (+1,58%)
     
  • EUR/USD

    1,2177
    +0,0009 (+0,07%)
     
  • BTC-EUR

    41.219,70
    -468,21 (-1,12%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.000,10
    -14,82 (-1,46%)
     
  • HANG SENG

    30.356,40
    +638,16 (+2,15%)
     
  • S&P 500

    3.925,43
    +44,06 (+1,14%)
     

Ondate di calore: ricerca per prevedere rischi a rete elettrica

Red
·3 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 25 gen. (askanews) - Monitorare e analizzare in dettaglio le situazioni di rischio e di guasto su linee di media tensione in cavo interrato causate da "ondate di calore" con l'obiettivo di realizzare un sistema previsionale di eventi potenzialmente rischiosi per la rete: è l'oggetto del nuovo accordo di collaborazione siglato tra Rse - Ricerca di sistema energetico - e e-distribuzione, la business line del gruppo Enel per la distribuzione di energia elettrica ai clienti finali. Nell'ambito della collaborazione, a partire dal dataset di rianalisi meteorologica MERIDA realizzato da RSE, si realizzeranno e valideranno modelli di valutazione del fenomeno fisico dell'ondata di calore e del conseguente rischio per l'infrastruttura elettrica, con l'obiettivo di sviluppare un sistema di allerta per la previsione di eventi dannosi per le reti di distribuzione. Inoltre si svilupperanno anche sistemi di monitoraggio per verificare l'insorgere di condizioni di rischio di guasto elettrico in corrispondenza di periodi di siccità o con temperature anomale e per analizzare le sollecitazioni termiche subite da cavi e accessori durante le ondate di calore.

"Le linee in cavo rappresentano la spina dorsale del sistema elettrico di distribuzione nelle nostre città - ha detto Michele de Nigris, direttore del Dipartimento Sviluppo sostenibile e Fonti Energetiche di RSE - Il mantenimento di un adeguato livello di affidabilità risulta quanto più strategico quanto più è elevata l'elettrificazione dei consumi, soprattutto a fronte delle nuove modalità di lavoro agile, dell'integrazione delle rinnovabili e del diffondersi capillare della mobilità elettrica. La previsione di criticità legate alla combinazione di fattori quali le condizioni di posa, le caratteristiche costruttive dei cavi, la temperatura nel corso delle ondate di calore e il carico elettrico, richiede competenze multidisciplinari e un approccio di sistema che RSE coltiva da molto tempo. La partnership strategica con E-Distribuzione porta un inestimabile valore aggiunto alla nostra ricerca. Attraverso lo scambio proficuo di esperienze potremo valutare l'entità delle minacce, validare i modelli di degradamento, comprendere la vulnerabilità delle linee in cavo interrato e mettere a punto strategie di mitigazione utili per l'intero sistema elettrico nazionale".

"L'accordo con RSE per l'analisi dei fenomeni meteorologici estremi, che impattano le linee interrate, è complementare a quello già in essere riguardante le linee aeree ed è strategico per incrementare la resilienza della rete di distribuzione sia nella valutazione dei rischi, alla base dei piani di sviluppo, sia nella gestione delle emergenze per ridurre al massimo l'impatto sulla clientela - ha aggiunto Giovanni Valtorta, responsabile Progettazione Costruzione Standardizzazione di E-Distribuzione - La sinergia fra RSE ed E-Distribuzione, due aziende leader nel campo della ricerca applicata e della distribuzione di energia, darà un contributo fondamentale per affrontare al meglio la sfida del cambiamento climatico".

Questo accordo ta RSE e e-distribuzione segue la virtuosa esperienza maturata nel 2020 tra le due realtà nell'ambito del progetto Newman, nato per migliorare la resilienza della rete in termini di ottimizzazione della gestione delle emergenze a fronte di eventi meteorologici estremi, rispetto ai fenomeni nevosi sulle linee aeree. (nella foto: Michele de Nigris, direttore del Dipartimento Sviluppo sostenibile e Fonti Energetiche di RSE)