Italia markets close in 7 hours 8 minutes
  • FTSE MIB

    26.977,81
    +273,94 (+1,03%)
     
  • Dow Jones

    34.092,96
    +6,92 (+0,02%)
     
  • Nasdaq

    11.816,32
    +231,77 (+2,00%)
     
  • Nikkei 225

    27.402,05
    +55,17 (+0,20%)
     
  • Petrolio

    76,42
    +0,01 (+0,01%)
     
  • BTC-EUR

    21.631,09
    +553,93 (+2,63%)
     
  • CMC Crypto 200

    542,52
    +299,84 (+123,55%)
     
  • Oro

    1.970,60
    +27,80 (+1,43%)
     
  • EUR/USD

    1,0995
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • S&P 500

    4.119,21
    +42,61 (+1,05%)
     
  • HANG SENG

    21.958,36
    -113,82 (-0,52%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.225,46
    +54,02 (+1,29%)
     
  • EUR/GBP

    0,8897
    +0,0019 (+0,22%)
     
  • EUR/CHF

    0,9997
    +0,0012 (+0,12%)
     
  • EUR/CAD

    1,4612
    +0,0012 (+0,08%)
     

Opec+, prossima riunione virtuale segnala poche probabilità di cambio di politica - fonte

Una bandiera con il logo dell'Opec

DUBAI (Reuters) - La decisione dell'Opec+ di tenere la riunione del 4 dicembre virtualmente indica poche probabilità di un cambiamento di politica, ha detto a Reuters una fonte a conoscenza diretta della questione.

Un incontro virtuale pone inoltre l'accento sull'accordo in sospeso dell'Unione europea su un tetto massimo per il prezzo del petrolio russo in vista della scadenza del 5 dicembre imposta dal blocco per un embargo totale sugli acquisti del greggio marittimo di Mosca.

"L'Opec+ preferirebbe sedersi in panchina in questo momento e valutare l'esito di ciò che accadrà lunedì", ha aggiunto la fonte.

L'Organizzazione dei Paesi esportatori di petrolio e gli alleati tra cui la Russia, nota come Opec+, si riunisce mentre l'incombente divieto dell'Unione europea sulle importazioni di greggio russo e il prezzo massimo imposto dal G7 sul petrolio russo pongono un punto interrogativo sull'offerta.

A ottobre, l'Opec+ ha concordato di tagliare la produzione di 2 milioni di barili al giorno (bpd) pari al 2% dell'offerta globale, con effetto fino a dicembre 2023.

(Tradotto da Alice Schillaci, editing Stefano Bernabei)