Italia markets open in 1 hour 52 minutes
  • Dow Jones

    34.479,60
    +13,40 (+0,04%)
     
  • Nasdaq

    14.069,42
    +49,12 (+0,35%)
     
  • Nikkei 225

    29.118,44
    +169,71 (+0,59%)
     
  • EUR/USD

    1,2109
    +0,0003 (+0,02%)
     
  • BTC-EUR

    32.356,23
    +3.129,68 (+10,71%)
     
  • CMC Crypto 200

    976,41
    +34,59 (+3,67%)
     
  • HANG SENG

    28.842,13
    +103,23 (+0,36%)
     
  • S&P 500

    4.247,44
    +8,26 (+0,19%)
     

Orcel taglia richiesta risarcimento Santander a 45 milioni euro - fonte

·1 minuto per la lettura
Andrea Orcel a Londra

di Jesús Aguado

MADRID (Reuters) - Andrea Orcel ha tagliato a poco più di 45 milioni di euro la sua richiesta di risarcimento contro Santander dopo che l'istituto spagnolo ha ritirato l'offerta per il posto di Ceo, riferisce una fonte a conoscenza della vicenda. Il banchiere italiano ha lasciato cadere parte della sua richiesta danni relativa all'adempimento del contratto perché è stato nominato Ceo di UniCredit, ha precisato a Reuters la fonte, che ha preferito restare anonima in quanto non autorizzata a parlare per conto di Orcel. Orcel, che ha lasciato il ruolo di top investment banker a Ubs nel 2018 per passare a Santander, aveva chiesto fino a 112 milioni di euro per violazione del contratto e per il danno alla sua carriera causato dalla repentina marcia indietro della banca spagnola. La motivazione legale della causa, che si incentrava sulla difesa dell'integrità e dell'onore di Orcel, è rimasta invariata, ha detto la fonte. Orcel chiede comunque il risarcimento di 17 milioni di euro relativi a un bonus, circa 20 milioni su un pacchetto da 55 milioni che avrebbe dovuto ricevere in futuro da Ubs, e circa il totale di due anni di retribuzione fissa al Santander, stimata in circa 11 milioni di euro, spiega la fonte. Santander non ha commentato. Anche un portavoce di Orcel non ha commentato sul caso legale, che ruota intorno al fatto se una lettera di offerta di quattro pagine sia un contratto di lavoro vincolante oppure, come invece sostiene Santander, un'offerta iniziale non vincolante.

L'udienza del tribunale spagnolo, che è prevista per domani, dovrebbe concludersi in un giorno, ma l'esito potrebbe arrivare settimane o addirittura mesi dopo.

(in redazione Francesca Piscioneri, Gianluca Semeraro)