Italia Markets open in 2 hrs 54 mins

Oro: analisi fondamentale giornaliera, previsioni – Balzo dell’oro ai massimi plurimensili, ma guadagni limitati dal rialzo del dollaro USA

James Hyerczyk
Oggi potremmo non assistere a una azione dei prezzi forte a causa dell’assenza di alcuni dei principali attori in vista del discorso di Powell, ma ci sembra di riconoscere una polarizzazione rialzista in via di sviluppo.

L’oro venerdì è salito ai massimi dal maggio 2018 dopo che i dati economici in uscita hanno destato preoccupazione per il rallentamento dell’economia globale. L’oro è aumentato dell’1% questa settimana ed è in grado di chiudere in rialzo per la quarta settimana consecutiva. Dopo aver toccato il massimo pluriennale, tuttavia, i prezzi sono arretrati, mentre il dollaro USA si è rafforzato contro un paniere delle principali valute.

Alle ore 12:51 GMT, su Comex, i future sull’oro con scadenza ad agosto si attestano a 1354,70 $, in rialzo di 11,00 $ (+0,81%).

Alcuni trader stanno cercando di dire che l’acquisto è alimentato anche dalle rinnovate tensioni in Medio Oriente dopo gli attacchi delle petroliere di ieri. Tuttavia, non è quello che abbiamo visto giovedì quando sono avvenuti gli attacchi. Inoltre, poiché gli esperti stanno dicendo che una risposta militare dagli Stati Uniti all’Iran rappresenta un’ipotesi piuttosto remota, c’è qualche dubbio sul fatto che sia stato aggiunto un “premio” come rischio geopolitico.

Altri sostengono che dietro la forza dell’oro ci siano anche i disordini politici a Hong Kong. Potrebbero rappresentare una minaccia alla reputazione di Hong Kong come importante centro di investimento internazionale, ma la vicenda non è abbastanza importante da attirare acquirenti speculativi in questo mercato. L’oro è scambiato a Hong Kong, ma se ci sono problemi con il commercio, il business probabilmente passerebbe ad altre importanti borse d’oro a Londra e New York.

La vera ragione per l’aumento dei prezzi dell’oro è il timore di un indebolimento dell’economia globale a seguito di una riduzione del 5%, a maggio, della crescita del prodotto industriale cinese ai minimi di 17 anni e dati di vendite al dettaglio inferiori alle attese negli Stati Uniti. Entrambe le relazioni preannunciano ulteriori misure di stimolo da parte della People’s Bank of China e della Federal Reserve statunitense: maggiori stimoli e tassi di interesse più bassi tendono a sostenere i prezzi dell’oro. Prima di saltare sul lato long con decisione, i trader dovrebbero essere consapevoli del rafforzamento dell’indice del dollaro USA, perché un biglietto verde più forte tende a limitare la domanda estera per l’asset denominato in dollari.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: