Italia Markets open in 56 mins

Oro: analisi fondamentale giornaliera, previsioni – Il dollaro è in crescita, e i rendimenti più elevati rendono l’oro vulnerabile a un forte break

James Hyerczyk
L’oro potrebbe chiudere la sessione in rialzo, ma in realtà è a metà dell’ampio intervallo di oscillazione degli ultimi due giorni. Mantenendosi all’interno di questo intervallo segnalerà l’indecisione degli investitori

Martedì i future sull’oro sono in calo e oscillano appena al di sopra del livello di ritracciamento chiave a $ 1.272,70 e al minimo annuale di $ 1.267,30. Il metallo prezioso è messo sotto pressione dalla forza del dollaro USA e viene sostenuto dal consolidamento dei rendimenti dei titoli del Tesoro USA. Anche l’aumento della propensione al rischio nei mercati azionari pesa sulla domanda di oro denominato in dollari.

Alle 11.00 GMT i future Comex in scadenza a giugno si attestano a $ 1.274,80, in calo di $ 2,50 (-0,20%).

Dollaro sostenuto dai rendimenti crescenti e dagli acquisti per copertura

La richiesta di beni rifugio, generata dalla crescente tensione tra Stati Uniti e Cina, sta sostenendo il dollaro USA. Il recente aumento dei prezzi veniva alimentato dall’aumento dei rendimenti dei titoli del Tesoro, in crescita grazie alle previsioni che la Federal Reserve statunitense non taglierà i tassi di interesse. Secondo i trader, i recenti interventi dei funzionari della Fed indicano che la banca centrale potrebbe non essere così accomodante come previsto. I dati recenti confermano ulteriormente ciò che la Fed ha detto per tutto l’anno, e cioè che le sue decisioni sui tassi di interesse sarebbero andate di pari passo con i dati. Le osservazioni dei funzionari della Fed, inoltre, suggeriscono che i responsabili politici non sono pronti a porre fine alla fase di stretta sui tassi.

Dollaro favorito dalla debolezza delle altre valute

Il dollaro, come dall’aumento dei tassi e dagli acquisti – rifugio, viene sostenuto anche dalla debolezza dell’euro e della sterlina britannica; l’euro è spinto in basso dalle tensioni per le prossime elezioni parlamentari europee e per i persistenti disordini politici in Italia. La sterlina britannica è spinta al ribasso dalla questione Brexit. Il dollaro sale mentre le altre valute perdono terreno, e questo rende l’oro più oneroso per i compratori stranieri.

L’intervento di Powell è ribassista per l’oro

Lunedì scorso, il presidente della Fed Jerome Powell ha affermato che è “prematuro” valutare gli impatti del commercio e delle tariffe sulla traiettoria della politica monetaria, sostenendo invece che i dati recenti sembrano evidenziare un tessuto economico in salute. In sostanza, i rendimenti e il dollaro sono aumentati perché Powell non si è sbilanciato su un eventuale taglio dei tassi per quest’anno.

Previsione giornaliera

Quest’oggi la mancanza di domanda a titolo di copertura, i rendimenti più elevati e l’accresciuta propensione al rischio dovrebbero frenare il prezzo dell’oro; un potenziale breakout al rialzo da parte del dollaro statunitense potrebbe anche innescare un crollo dei prezzi.

Dal punto di vista dell’analisi tecnica, i prezzi potrebbero accelerare al ribasso se il supporto del livello del 50% venisse violato a $ 1.272,70. Con un sufficiente slancio verso il basso, potrebbe arrivare al minimo annuale di $ 1.267,30. A questo livello di prezzo il prossimo obiettivo principale è $ 1.253,00.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: