Oro: La Bundesbank vuole avere metà delle sue riserve in patria

La Bundesbank ha annunciato che rimpatrierà quasi 700 tonnellate d' oro custodite all'estero. "Inizieremo quest'anno e finiremo al più tardi nel 2020", ha dichiarato oggi a Francoforte Carl-Ludwig Thiele, membro del direttorio della Banca Centrale della Germania. Thiele ha spiegato che l'obiettivo è di avere a partire dal 2020 la metà delle riserve d'oro tedesche nei propri depositi in patria. La Bundesbank ha quindi ceduto alla pressione dell'opinione pubblica. La Corte dei Conti aveva criticato infatti il fatto che l'esistenza fisica dei lingotti nei depositi all'estero non fosse stata mai verificata. In Germania si era scatenato perciò un dibattito sulla sicurezza delle riserve d'oro del Paese. Alcuni politici avevano espresso il timore che la Bundesbank avesse perso il controllo del suo oro. Al momento solo il 31% delle riserve auree tedesche è detenuto in patria. Alla fine del 2012 la Bundesbank possedeva 3.391 tonnellate d'oro. Circa la metà viene custodita dalla Federal Reserve a New York. La Bank of England custodisce inoltre a Londra 445 tonnellate, la Banque de France a Parigi 374 tonnellate. La Bundesbank ritirerà ora tutto l'oro custodito a Parigi e ridurrà di 300 tonnellate il volume delle riserve conservate presso la Federal Reserve. La metà dell'oro resterà all'estero. La Bundesbank vuole continuare ad avere la possibilità di convertire velocemente il metallo giallo in divise, come il dollaro , in caso dovesse esserci una crisi monetaria.

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.534,52 +3,44% 16 apr 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.139,26 +1,54% 16 apr 17:50 CEST
Ftse 100 6.584,17 0,65% 16 apr 17:35 CEST
Dax 9.317,82 +1,57% 16 apr 17:45 CEST
Dow Jones 16.424,85 +1,00% 16 apr 22:31 CEST
Nikkei 225 14.451,73 0,24% 03:01 CEST

Ultime notizie dai mercati