Italia Markets closed

Oro: quotazione a 1.800$ se continuano rischi geopolitici

Federica Pace
 

Alla fine del diciannovesimo secolo si scatenò in America una frenetica corsa nell' oro alimentata dalla speranza di guadagnare una fortuna.

In questi ultimi mesi il fenomeno si sta ripetendo: si tratta di un rally volto ad acquistare il prezioso direttamente sul mercato che scambia il metallo giallo.

E la quotazione della materia prima? Da metà maggio ad oggi si è passati dai 1.277$ alla soglia dei 1.500 dollari l'oncia, con un incremento di quasi il 18%.

Se il prezioso giallo è definito “ bene rifugio ” è proprio perché da periodi di forte instabilità politica e incertezza economica, ne trae grande beneficio.

Gli investitori la considerano una soluzione più sicura e protetta di altre e non mancano i motivi per cui questa corsa potrebbe ancora continuare e riportare la quotazione dell'oro alla cifra record raggiunta nel 2011 di oltre 1.800 dollari l'oncia.

Quotazione oro: la situazione geopolitica

Incertezze, crisi, instabilità, guerre: sono queste le cause più comuni che generano panico e paura negli investitori e li spingono a rifugiarsi nel mercato dell'oro.

Il contesto macroeconomico si trova in condizioni gravi e precarie e da questa situazione non può che beneficiarne il prezioso stesso.

La politica monetaria delle grandi banche, con la FED in prima linea che ha provveduto a un taglio dei tassi e altri ne sono attesi nel corso dell'anno, spingerà ulteriormente al rialzo l'oro.

È noto come il basso costo del denaro tenda a far crescere la quotazione dell'oro a discapito del rendimento dei treasury.

Anche le tensioni commerciali tra Cina e Stati Uniti hanno contribuito, con particolare evidenza nel mese di luglio, alla crescita del prezzo del metallo prezioso a causa di un sempre più probabile protezionismo tra i due colossi economici.

Un'altra causa di questo rally estivo destinato probabilmente a proseguire è lo scontro tra Stati Uniti, ancora protagonisti sul palcoscenico mondiale, e l'Iran.

Il Paese orientale si è visto infliggere da Trump severe punizioni a causa dell'arricchimento di uranio ben oltre la soglia consentita e stabilita dagli accordi sul nucleare.

Anche l'Europa contribuisce con le sue incertezze a questo clima positivo che circola intorno al prezioso giallo.

La Brexit e la crisi del Governo in Italia - con la maggioranza ormai spaccata e la possibilità di una nuova alleanza o un ritorno alle urne -  rientrano tra le tipiche cause che spingono la quotazione dell’oro verso l'alto.

Anche se fare previsioni sulla quotazione del prezzo dell’oro è tutt’altro che una semplice impresa, gli esperti e gli addetti ai lavori ritengono che la sua quotazione sia destinata a crescere nel biennio 2019-20.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online