Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.621,72
    -63,95 (-0,26%)
     
  • Dow Jones

    34.429,88
    +34,87 (+0,10%)
     
  • Nasdaq

    11.461,50
    -20,95 (-0,18%)
     
  • Nikkei 225

    27.777,90
    -448,18 (-1,59%)
     
  • Petrolio

    80,34
    -0,88 (-1,08%)
     
  • BTC-EUR

    16.101,08
    -169,86 (-1,04%)
     
  • CMC Crypto 200

    404,33
    +2,91 (+0,72%)
     
  • Oro

    1.797,30
    -3,80 (-0,21%)
     
  • EUR/USD

    1,0531
    +0,0002 (+0,02%)
     
  • S&P 500

    4.071,70
    -4,87 (-0,12%)
     
  • HANG SENG

    18.675,35
    -61,09 (-0,33%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.977,90
    -6,60 (-0,17%)
     
  • EUR/GBP

    0,8573
    -0,0012 (-0,13%)
     
  • EUR/CHF

    0,9871
    +0,0010 (+0,10%)
     
  • EUR/CAD

    1,4186
    +0,0060 (+0,43%)
     

Ottavo rialzo consecutivo per Piazza Affari, spread sotto 200

(Adnkronos) - Piazza Affari continua a guadagnare: è l’ottavo rialzo consecutivo. Bene anche la maggior parte delle altre Borse europee, visto che gli investitori continuano a scommettere sul fatto che Bce e Fed metteranno sul piatto politiche monetarie meno aggressive del previsto. Sul fronte valutario, invece, l’euro continua a rafforzarsi sul dollaro. La moneta unica guadagna quasi l’1% sul biglietto verde, tornando ai livello di inizio luglio. Scende poi il prezzo del petrolio, mentre sale attorno ai 120 euro al megawattora quello del gas.

Il Ftse Mib guadagna lo 0,42% e chiude a 24.699,75 punti. In forte calo lo spread tra Btp e Bund tedeschi, che scende sotto i 200 punti base e ora viaggia sui 195. Sul listino principale di Piazza Affari in positivo Banco Bpm (+2,37%). L’istituto ha concluso una nuova emissione di un bond Green senior non preferred, con scadenza a cinque anni e due mesi, per un ammontare di 500 milioni di euro. Gli ordini hanno già raggiunto gli 1,2 miliardi di euro. In rialzo anche Saipem (+4,98%), che si è aggiudicata nuovi contratti di perforazione offshore, in Medio Oriente e in Africa Occidentale, per un valore di 800 milioni di dollari. Risultati positivi anche per Bper (+1,36%), Leonardo (+2,44%) e Tenaris (+4,74%).

In coda al listino, invece, Nexi (-9,84%). Lo scivolone è dovuto al fatto che Intesa Sanpaolo ha venduto la sua quota di azioni Nexi, pari al 5,1% del capitale. Si tratta di circa 67 milioni di titoli. Il titolo della banca sale dello 0,16%. In calo, infine, Interpump (-2,34%) e Tim (-2,92%). (in collaborazione con Money.it)