Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.612,04
    +116,97 (+0,48%)
     
  • Dow Jones

    34.777,76
    +229,23 (+0,66%)
     
  • Nasdaq

    13.752,24
    +119,39 (+0,88%)
     
  • Nikkei 225

    29.357,82
    +26,45 (+0,09%)
     
  • Petrolio

    64,82
    +0,11 (+0,17%)
     
  • BTC-EUR

    48.570,73
    +673,57 (+1,41%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.480,07
    +44,28 (+3,08%)
     
  • Oro

    1.832,00
    +16,30 (+0,90%)
     
  • EUR/USD

    1,2167
    +0,0098 (+0,82%)
     
  • S&P 500

    4.232,60
    +30,98 (+0,74%)
     
  • HANG SENG

    28.610,65
    -26,81 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.034,25
    +34,81 (+0,87%)
     
  • EUR/GBP

    0,8695
    +0,0013 (+0,14%)
     
  • EUR/CHF

    1,0948
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,4743
    +0,0081 (+0,55%)
     

ottimismo con prudenza prevale, consolidamento prosegue

Bruno Chastonay
·3 minuto per la lettura

Situazione generale invariata negli scenari e nelle focalizzazioni in atto. Momento di consolidamento generale, in cerca di nuovi fattori ed opportunità. In calo i timori INFLAZIONE, dopo conferme dai DATI prezzi consumo in calo o sotto le aspettative. In rialzo oltre previsto, accelerato, i prezzi produzione, dagli effetti covid, costi trasporti, energia, logistica. Gli INDICI sono quindi in pausa sui record massimi aggiornati, eccetto prese di beneficio su CINA, da maggiori timori di stretta monetaria, e dal balzo fallimenti societari, soprattutto nel settore costruzioni. A sostenere l’ottimismo restano le ASPETTATIVE di una riapertura generale, post-covid, nei prox mesi, e dagli INTERVENTI e aiuti ulteriori, e altri a venire, da parte dei Governi, Banche Centrali. Come conferma FED, aumento degli acquisti BONDS, QE, e dalla RBA Australia, INDIA, ECB-Eu, anche per “frenare” se non a invertire, il recente rialzo YIELDS. Sui singoli TITOLI resta il focus settore AUTO con produzione frenata dalla mancanza di CHIPS, ora in rientro. Riflessi pure per settori COMPUTERS, GAMING CONSOLE, TELEFONIA MOBILE. Dalla futura ripresa TURISMO, quindi aerei, agenzie viaggio, crociere, ristorazione, alberghiero. Focus sulla TELEFONIA EU in attesa di rete unica, fusioni varie.  sui singoli titoli facenti parte delle posizioni elevate, a leva, dal fondo Greensill, e altri in focus, in cerca di opportunità speculative. IMMOBILIARE che vede una bolla marcata per varie Nazioni, ed esposto al rischio TASSI, INSOLVENZE, esposizioni delle BANCHE. Per i DATI economici abbiamo un rallentamento del COMMERCIO, su export/import, per EU-UK anche da effetto BREXIT.

Da notare che le società in EMISSIONE BOND, TITOLI, DEBUTTO, per AUCAP, sono sempre piu’ a “girare in negativo”, a sottolineare l’aumento dei timori. Per la POLITICA dibattiti sul fronte TASSE, che vede NY a rialzarle marcatamente per i super-ricchi, BIDEN-USA che spinge OECD, IMF per GLOBAL MINIMUM TAX, per le società corporates al 28pc dal 21pc, che avranno delle conseguenze marcate per molte Nazioni. Poi avremo sicuramente altri Stati ad aumentare la pressione fiscale, in cerca di ENTRATE, a coprire le voragini create dal VIRUS, con balzo record spese contrapposto al crollo entrate. Per la GEOPOLITICA, al momento neutrale per i mercati, ma con rischio marcato, da UKR che contrappone USA e URSS e con EU nel mezzo. TAIW con CINA e USA, e a seguire HK. E restano latenti TURK-EU, ISR-IRAN, e altri focolai, con risorgenze periodiche. In questa settimana, meglio EMERGENTI, contrapposto a miglioramento QUALITA’, RIFUGIO, a contro-bilanciare le esposizioni. Sempre in ampio interesse COMMODITY, METALLI, da anticipazioni aumento domanda, riduzione offerta. Il recente sell-off dei BONDS ha avuto ripercussioni pure sulle RISERVE banche centrali, con le principali in calo. E la ECB-EU mette in guardia su eventuale disapprovazione, o mancato innesco, del RECOVERY FUND, mentre avanza senza problemi l’aumento marcato delle riserve IMF, Banca Mondiale. Oggi ripresa rialzo YIELDS, aumento SPREAD periferici Eu. INDICI in stallo, a ridosso record massimi, cedono banche, tecno, telefonia. Meglio industriali, farma, lusso. PETROLIO stabile, COMMODITY, METALLI sotto tono, meglio agri-alimentari. ARG, PLAT calo. Sulle VALUTE ripresa DOLLARO da min2 settimane, cedono CHF, YEN, EURO, e ancora GBP, ASIA da riduz sui titoli, con Cina -2.5pc in 7giorni, peggiore INDIA. Male ancora ARG, con LATAM al rialzo. stabile URSS, meglio ESTEU, stabili ANGLO, TURK, NORDICHE. Cede YUAN su timori stretta. OPZIONI per un trading 24ore VIX, SPX opzioni da CBOE. VOLATILITA’ recede. Dai CHARTS attesa ripresa DOLL, cedimento EURO, CHF, ORO, ARG, INDICI da eccesso oversold e rispettivamente overbought di breve, in atto.

Autore: Bruno Chastonay Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online