Italia markets open in 8 hours 54 minutes
  • Dow Jones

    30.303,17
    -633,83 (-2,05%)
     
  • Nasdaq

    13.270,60
    -355,47 (-2,61%)
     
  • Nikkei 225

    28.635,21
    +89,01 (+0,31%)
     
  • EUR/USD

    1,2112
    -0,0056 (-0,46%)
     
  • BTC-EUR

    25.341,86
    -1.296,62 (-4,87%)
     
  • CMC Crypto 200

    615,55
    -24,37 (-3,81%)
     
  • HANG SENG

    29.297,53
    -93,77 (-0,32%)
     
  • S&P 500

    3.750,77
    -98,85 (-2,57%)
     

Outlook 2021 sull'oro: tre motivi spingeranno verso un ritorno ai top storici

Redazione Finanza
·1 minuto per la lettura

L'oro ha vissuto l'ultima parte del 2020 a fari spenti, con quotazioni scivolate indietro rispetto ai picchi storici oltre i 2mila dollari toccati a inizio agosto. Una correzione dettata principalmente dai deflussi dagli ETF sul metallo giallo in virtù del clima di ottimismo sui mercati. Questo ha prodotto una divergenza di breve periodo con i tassi reali USA. Tale divergenza a detta di MPS Capital Services sarà solo temporanea e nel 2021 l’oro aggiornerà i massimi storici grazie a tre elementi. I tassi reali resteranno su livelli contenuti pur in un contesto di graduale rialzo dei nominali, grazie a Banche centrali ancora accomodanti. Il secondo è il proseguimento dell’inserimento del metallo nei portafogli istituzionali in ottica di asset allocation alla luce del contesto di tassi bassi/negativi a livello globale. Infine, terzo punto, la crescita importante dell’indebitamento dei governi a causa delle misure di sostegno implementate per contrastare gli effetti collaterali legati al virus. La stima degli analisti della banca senese è che l'oro rivedrà i recenti massimi storici in $ prima e eventualmente nuovi massimi storici in area 2.200, poi.