Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.965,63
    -127,47 (-0,55%)
     
  • Dow Jones

    31.496,30
    +572,16 (+1,85%)
     
  • Nasdaq

    12.920,15
    +196,68 (+1,55%)
     
  • Nikkei 225

    28.864,32
    -65,78 (-0,23%)
     
  • Petrolio

    66,28
    +2,45 (+3,84%)
     
  • BTC-EUR

    40.896,19
    +1.407,97 (+3,57%)
     
  • CMC Crypto 200

    982,93
    +39,75 (+4,21%)
     
  • Oro

    1.698,20
    -2,50 (-0,15%)
     
  • EUR/USD

    1,1925
    -0,0054 (-0,45%)
     
  • S&P 500

    3.841,94
    +73,47 (+1,95%)
     
  • HANG SENG

    29.098,29
    -138,50 (-0,47%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.669,54
    -35,31 (-0,95%)
     
  • EUR/GBP

    0,8605
    -0,0011 (-0,13%)
     
  • EUR/CHF

    1,1082
    -0,0040 (-0,36%)
     
  • EUR/CAD

    1,5074
    -0,0087 (-0,58%)
     

S&P 500: cede la barriera dei 3.900 punti

Investimenti Bnp Paribas
·2 minuto per la lettura

La seduta di ieri ha dato un segnale importante per le quotazioni dell’S&P 500, con il principale indice di Borsa a stelle e strisce che ha violato la coriacea barriera dei 3.900 punti, zona di passaggio della linea di tendenza che unisce i top del 28 gennaio e 3 febbraio, arrivando ad un passo dal supporto orizzontale a 3.860 punti espresso dai massimi del 20 gennaio 2021. Ora sarà da monitorare il comportamento delle quotazioni proprio a ridosso di quest’ultimo sostegno, la cui violazione determinerebbe ragionevolmente un allungo verso l’intorno psicologico dei 3.825-3.800 punti, dove transitano rispettivamente il livello espresso dai top dell’8 gennaio 2021 e la linea di tendenza ottenuta collegando i massimi del 2 settembre e 9 novembre 2020. La zona compresa tra questo livello di concentrazione di domanda e i 3.750 punti appare un buon compromesso per tornare a ricercare strategie di stampo rialzista, specie se si considera che la tendenza rimane saldamente orientata verso l’alto. Da un punto di vista operativo rimaniamo dell’idea che ricercare strategie di matrice long nell’eventualità di un approdo sul supporto a 3.825 punti con stop loss identificabile a 3.800 punti e obiettivo a 3.900 punti. Al contrario se le quotazioni dovessero dare vita ad un pullback verso i 3.900 punti, si potrebbero iniziare a pensare ad un’operatività short con stop loss a 3.925 punti e target a 3.850 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 13.700 punti con stop loss a 13.600 punti e obiettivo a 13.850 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 12.250,0000 NLBNPIT10WU4 16/06/2021

TURBO LONG 12.500,0000 NLBNPIT10CM3 16/06/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short da 13.900 punti avrebbero stop loss a 14.000 punti e target a 13.750 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 15.500,0000 NLBNPIT10CU6 16/06/2021

TURBO SHORT 15.2500000 NLBNPIT10WX8 16/06/2021

Autore: Investimenti Bnp Paribas Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online