Italia markets close in 1 hour 27 minutes
  • FTSE MIB

    22.941,89
    -141,66 (-0,61%)
     
  • Dow Jones

    31.399,33
    +7,81 (+0,02%)
     
  • Nasdaq

    13.216,34
    -142,45 (-1,07%)
     
  • Nikkei 225

    29.559,10
    +150,93 (+0,51%)
     
  • Petrolio

    60,78
    +1,03 (+1,72%)
     
  • BTC-EUR

    42.151,15
    +1.197,21 (+2,92%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.015,58
    +27,49 (+2,78%)
     
  • Oro

    1.712,80
    -20,80 (-1,20%)
     
  • EUR/USD

    1,2064
    -0,0023 (-0,19%)
     
  • S&P 500

    3.850,34
    -19,95 (-0,52%)
     
  • HANG SENG

    29.880,42
    +784,56 (+2,70%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.700,21
    -7,51 (-0,20%)
     
  • EUR/GBP

    0,8644
    -0,0013 (-0,14%)
     
  • EUR/CHF

    1,1069
    +0,0012 (+0,11%)
     
  • EUR/CAD

    1,5247
    -0,0024 (-0,16%)
     

S&P 500: doppio massimo crea incertezza

Investimenti Bnp Paribas
·2 minuto per la lettura

A dispetto dall’aver segnato nuovi massimi storici, le quotazioni dell’S&P 500 hanno evidenziato incertezza dando vita a una candela giornaliera di doji preceduta da una di Hanging man. Queste due barre hanno un significato negativo per i compratori e potrebbero dare il via ad una correzione che potrebbe innescarsi in caso di eventi negativi come quello della delusione delle attese degli operatori da parte della Federal Reserve. La dinamica intraday fa osservare una situazione decisamente interessante, in quanto sembra si sia concretizzata l’ipotesi fatta in diversi numeri di questa newsletter e che implicava la formazione di un doppio massimo in area di top storici. Al momento i corsi sono riusciti a mettere a punto tale figura, che si confermerebbe in caso di violazione della neckline a 3.820 punti e avrebbe come obiettivo naturale l’intorno dei 3.785 punti. Su quest’ultima zona gli acquirenti potrebbero tornare alla carica, forti del fatto che gli oscillatori sarebbero riusciti a scaricarsi dalle soglie di ipercomprato. La struttura muterebbe in deciso favore dei venditori nell’eventualità di una discesa sotto i 3.750 punti. Operativamente si potrebbero valutare strategie di stampo long da 3.785 punti con stop loss a 3.775 punti e target a 3.800 punti. Le strategie short sono invece attivabili già in caso di discesa sotto i 3.843 punti con stop loss a 3.872 punti e obiettivo a 3.800 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long sono valutabili da 3.785 punti con stop loss a 3.775 punti e target a 3.800 punti.

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short possono essere anticipate a 3.843 punti con stop loss a 3.872 punti e obiettivo a 3.800 punti.

Autore: Investimenti Bnp Paribas Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online