Italia markets close in 1 hour 57 minutes
  • FTSE MIB

    24.287,85
    -515,05 (-2,08%)
     
  • Dow Jones

    34.481,00
    -261,82 (-0,75%)
     
  • Nasdaq

    13.146,35
    -255,51 (-1,91%)
     
  • Nikkei 225

    28.608,59
    -909,71 (-3,08%)
     
  • Petrolio

    63,88
    -1,04 (-1,60%)
     
  • BTC-EUR

    45.296,33
    -2.486,85 (-5,20%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.569,66
    +1.326,98 (+546,80%)
     
  • Oro

    1.820,90
    -16,70 (-0,91%)
     
  • EUR/USD

    1,2160
    +0,0025 (+0,21%)
     
  • S&P 500

    4.137,54
    -50,89 (-1,22%)
     
  • HANG SENG

    28.013,81
    -581,89 (-2,03%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.923,14
    -100,21 (-2,49%)
     
  • EUR/GBP

    0,8604
    +0,0014 (+0,16%)
     
  • EUR/CHF

    1,0966
    +0,0032 (+0,29%)
     
  • EUR/CAD

    1,4717
    +0,0033 (+0,23%)
     

S&P 500: per gli short non è ancora il momento

Investimenti Bnp Paribas
·2 minuto per la lettura

Il principale indice di Borsa statunitense, l’S&P 500, continua la sua corsa al rialzo con i prezzi che si mantengono al di sopra della linea di tendenza ottenuta collegando i massimi del 9 novembre 2020 e 8 gennaio 2021. L’indicazione favorevole ai venditori rimane quella già evidenziata nei precedenti numeri di questa newsletter, ossia il ritorno delle quotazioni al di sotto della trendline menzionata prima che avverrebbe a 4.069 punti. Se ciò dovesse avvenire, non sarebbe inverosimile attendersi un pullback della zona compresa tra i 4.000 punti e i 3.975 punti, dove transitano il livello dinamico che unisce i top del 16 febbraio e 16 marzo 2021, quello disegnato con i minimi del 4 e 5 marzo 2021 e il sostegno orizzontale lasciato in eredità dai massimi del 15 marzo 2021. Da tale area, che corrisponde anche al 38,2% del ritracciamento di Fibonacci ottenuto su tutta la gamba ascendente iniziata il 4 marzo 2021, i prezzi avrebbero la possibilità di rimbalzare nuovamente riprendendo l’uptrend che si mantiene solido su tutti gli orizzonti temporali. Da un punto di vista operativo, si potrebbero valutare strategie di matrice long da 3.960 punti con stop loss individuabile a 3.935 punti e obiettivo sulla soglia psicologica dei 4.000 punti. Al contrario, l’operatività short è valutabile in caso di discesa dei corsi verso i 4.065 punti. Lo stop loss sarebbe quindi localizzato a 4.092 punti, mentre il target a 4.020 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 3.960 punti avrebbero stop loss a 3.935 punti e target a 4.000 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 3.200,0000 NLBNPIT10CX0 16/06/2021

TURBO LONG 3.300,0000 NLBNPIT10CY8 16/06/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 4.065 punti con stop loss a 4.092 puntie obiettivo a 4.020 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 4.500,0000 NLBNPIT10XB2 16/06/2021

TURBO SHORT 4.400,0000 NLBNPIT10XA4 16/06/2021

Autore: Investimenti Bnp Paribas Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online