Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.744,38
    +215,69 (+0,88%)
     
  • Dow Jones

    34.200,67
    +164,68 (+0,48%)
     
  • Nasdaq

    14.052,34
    +13,58 (+0,10%)
     
  • Nikkei 225

    29.683,37
    +40,68 (+0,14%)
     
  • Petrolio

    63,07
    -0,39 (-0,61%)
     
  • BTC-EUR

    51.155,77
    -587,42 (-1,14%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.398,97
    +7,26 (+0,52%)
     
  • Oro

    1.777,30
    +10,50 (+0,59%)
     
  • EUR/USD

    1,1980
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • S&P 500

    4.185,47
    +15,05 (+0,36%)
     
  • HANG SENG

    28.969,71
    +176,57 (+0,61%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.032,99
    +39,56 (+0,99%)
     
  • EUR/GBP

    0,8657
    -0,0026 (-0,30%)
     
  • EUR/CHF

    1,1020
    -0,0013 (-0,12%)
     
  • EUR/CAD

    1,4982
    -0,0028 (-0,18%)
     

S&P 500: prevale l’incertezza

Investimenti Bnp Paribas
·2 minuto per la lettura

I prezzi dell’S&P 500 non sono riuscite a superare la resistenza a 3.950 punti, dove hanno iniziato a venire respinti. Come per la struttura grafica del DAX, anche per il principale indice di Borsa USA le quotazioni hanno dato vita ad un pattern di Hanging man, solo che l’elemento che differenzia è la situazione di inside ben visibile a livello giornaliero che incrementa la fase di incertezza. Una discesa al di sotto dei 3.900 punti avrebbe la possibilità di innescare un movimento discendente con obiettivo individuabile a ridosso dei 3.850 punti, dove verrebbe effettuato il pullback della linea di tendenza ottenuta collegando i massimi del 16 e 24 febbraio 2021. Oltre a questo, continuiamo a segnalare la presenza di un modello di doppio massimo ben visibile dal grafico giornaliero e con neckline identificata sull’intorno dei 3.750 punti. Una validazione di questa figura potrebbe permettere ai venditori di prendere il controllo del listino statunitense portando i corsi in zona 3.500 punti. Se ciò dovesse accadere verrebbero invalidati importanti supporti come quello disegnato con i minimi del 23 marzo e del 30 ottobre 2020 e quello che unisce i low del 10 e 12 novembre 2020. Operativamente, si potrebbero valutare strategie di stampo long da 3.850 punti. Lo stop loss sarebbe localizzato a 3.825 punti, mentre l’obiettivo a 3.885 punti. Al contrario l’operatività short potrà essere valutata da 3.911 punti con stop loss a 3.955 punti e target a 3.850 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long possono essere valutate da 3.850 punti con stop loss localizzato a 3.825 punti e obiettivo a 3.885 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 3.200,0000 NLBNPIT10CX0 16/06/2021

TURBO LONG 3.300,0000 NLBNPIT10CY8 16/06/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 3.911 punti con stop loss a 3.955 punti e obiettivo a 3.850 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 4.500,0000 NLBNPIT10XB2 16/06/2021

TURBO SHORT 4.400,0000 NLBNPIT10XA4 16/06/2021

Autore: Investimenti Bnp Paribas Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online