Italia Markets close in 8 hrs 15 mins

S&P: "Aumentano rischi recessione Usa"

webinfo@adnkronos.com

Rischio recessione in rialzo per gli Usa. Secondo un rapporto di S&P il rischio di una recessione nei prossimi 12 mesi in base alle valutazioni dell'agenzia di rating si pone al 30-35%, un livello superiore al 25-30% dell'ultimo trimestre. 

In particolare per S&P, la probabilità calcolata sulla base degli spread dei mercati finanziari si pone sulla media alta (al 34,9%), riflettendo la possibilità che un inasprimento delle condizioni finanziarie possa portare a un rallentamento più marcato. 

L'imprevedibilità sul fronte commerciale e il peggioramento del contesto globale (guidato dalla debolezza industriale) sono le ragioni principali di questa allerta.  

Per l'agenzia di rating il contesto economico è tale che qualsiasi tipo di accordo tra gli Stati Uniti e la Cina che faciliti l'imprevedibilità aiuterebbe a prevenire il ritardo degli investimenti delle imprese - che attualmente sta ostacolando le prospettive della domanda. 

Infine sul fronte Fed, S&P ricorda che il tasso ufficiale è stato tagliato di 25 punti base (pb) il 31 luglio, prima riduzione dal 2008, portandolo al 2,0% -2,25%.  

"La comunicazione della Fed sembra indicare una posizione più accomodante necessaria per aiutare la domanda di investimento. Prevediamo un ulteriore allentamento quest'anno, già a settembre", afferma S&P, spiegando che l'entità di ulteriori riduzioni dei tassi di interesse dipenderà dall'evoluzione delle controversie commerciali.