Italia Markets closed

P.A., Madia: arretrati e aumenti prima possibile, forse febbraio

Cos

Roma, 19 gen. (askanews) - "A questo punto arriveranno ai dipendenti pubblici di questo comparto sia gli arretrati sia, poi, gli scatti di aumento". Così la ministra Marianna Madia, al Giornale Radio Rai, dopo l'ok del consiglio dei ministri all'intesa sul rinnovo del primo contratto del settore pubblico e cioè per i pubblici dipendenti delle funzioni centrali (ministeri, Agenzie fiscali, enti pubblici non economici). Alla domanda se si possa ipotizzare il versamento a partire dalle buste paga di febbraio, Madia ha risposto: "l'auspicio, anche se ci sono dei passaggi formali, è che, sì, avvenga il prima possibile".

Per gli altri statali, come il comparto scuola, la sanità, gli enti locali, la ministra ha affermato che si sta "lavorando ininterrottamente; l'Aran non si è mai fermata, in particolare sta lavorando molto sul comparto conoscenza che ha dentro la scuola. Spero - come ha già detto anche la ministra Fedeli - che si arrivi a breve rinnovo per questo comparto. E poi stiamo lavorando su Enti locali e sanità ma anche - ha sottolineato Madia - su tutti i non contrattualizzati perché c'è una parte di dipendenti pubblici, in particolare il comparto sicurezza, che non è contrattualizzata. Ma - ha concluso - stiamo portando avanti anche lo sblocco di questo contratto".