Italia markets open in 3 hours 51 minutes

Padre stupratore di Manchester: "Giusta pena per i suoi crimini"

Reynhard Sinaga, 36 anni (CPS)/via REUTERS THIS IMAGE HAS BEEN SUPPLIED BY A THIRD PARTY.

"È la giusta pena per i suoi crimini", questa la dichiarazione di Saibun Sinaga, padre di Reynhard, il più grande stupratore seriale della storia giuridica britannica, raggiunto al telefono dalla Bbc indonesiana. Un giudizio, il suo, che pesa di più di quello del giudice, che lunedì 6 gennaio lo ha condannato definitivamente all'ergastolo, con un periodo minimo di detenzione di 30 anni.

Ma chi è Reynhard Sinaga?

Reynhard è un 36enne indonesiano che stava facendo il dottorato nel Regno Unito, Paese in cui si era trasferito nel 2007. Studente di sociologia prima, di geografia poi, è stato soprannominato lo stupratore di Manchester perché considerato colpevole di reati sessuali su quasi 200 uomini.

Attirava le vittime incontrate fuori dai club e dai pub di Manchester, per lo più giovani uomini sotto i trent'anni, offrendo loro un passaggio a casa. Quindi li drogava prima di condurli nel suo appartamento dove filmava gli abusi.

GUARDA ANCHE: Argentina: dopo undici anni di accuse, si suicida il sacerdote accusato di pedofilia

I colleghi universitari indonesiani di Sinaga, contattati dalla Bbc, lo dipingono come uno studente sgargiante e popolare.

Più grande di quattro figli, Sinaga è nato nel 1983 da una famiglia cristiana conservatrice, che fa parte del popolo dei Batak, dell'isola di Sumatra. Suo padre è un ricco uomo d'affari, che possiede diverse filiali di una banca privata. Grazie alle possibilità economiche della famiglia, Reynhard Sinaga ha potuto vivere in Gran Bretagna come studente per più di 10 anni, fino al suo arresto il 2 giugno 2017. Sempre il padre ha finanziato l'appartamento del 36enne in Princess Street, nel cuore del centro di Manchester, vicino a quel Gay Village che gli consentiva di esprimere la propria sessualità liberamente, come non avrebbe potuto fare in Indonesia.

LEGGI ANCHE: Lady Gaga: "A 19 anni sono stata violentata ripetutamente. Sono diventata autolesionista per il dolore"

Si è sempre dichiarato innocente

"La sua famiglia lo descrive come un bravo ragazzo, molto brillante e religioso", ha detto Gulfan Afero, un funzionario consolare presso l'ambasciata indonesiana a Londra, lo stesso che lo ha incontrato durante il processo e in prigione. "L'ho visto tre volte in carcere e sembrava felice, in salute e tranquillo - ha proseguito Afero alla Bbc - Capisce quello che sta affrontando e non ha mostrato rimorso perché insiste di non essere colpevole".
Il giudice ha però respinto la difesa di Sinaga secondo cui le sue vittime erano consenzienti, definendola "ridicola" e "assurda".

GUARDA ANCHE: Stupro a Cipro: ora è lei a essere accusata di calunnia

Secondo la polizia Sinaga ha preso di mira almeno 190 persone, ma altre potenziali vittime si sono fatte avanti solo dopo la condanna definitiva contattando una linea di assistenza dedicata.

LEGGI ANCHE: La scambia per una prostituta e tenta stupro

La polizia di Greater Manchester invita chiunque sia stato aggredito da Sinaga a denunciare gli abusi, chiamando la linea di polizia al numero 0800 092 0410 dall'interno del Regno Unito o allo 0207 158 0124 dall'estero, anche se funzionari indonesiani affermano di non avere prove del fatto che Sinaga abbia commesso violenze o stupri prima di trasferirsi nel Regno Unito.