Italia markets closed
  • Dow Jones

    33.927,37
    -52,95 (-0,16%)
     
  • Nasdaq

    12.965,01
    +26,88 (+0,21%)
     
  • Nikkei 225

    28.942,14
    -280,63 (-0,96%)
     
  • EUR/USD

    1,0105
    -0,0075 (-0,74%)
     
  • BTC-EUR

    23.183,09
    -123,53 (-0,53%)
     
  • CMC Crypto 200

    558,89
    +1,16 (+0,21%)
     
  • HANG SENG

    19.763,91
    -158,54 (-0,80%)
     
  • S&P 500

    4.278,90
    +4,86 (+0,11%)
     

Paluani 1921: 100 anni di pandoro nelle mani di Sperlari

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 4 ago. (askanews) - Il rilancio del pandoro Paluani parte dal nuovo nome che d'ora in poi includerà anche la data della sua fondazione: 1921. A conferma "della volontà di valorizzare il nome e la storia di un'azienda al centro del Natale degli italiani da oltre cento anni". La volontà è quella di Sperlari ufficialmente proprietaria dell'azienda di Dossobuono, fino al 2021 quarto produttore italiano di panettoni e poi schiacciata da una difficile crisi economica.

A ottobre scorso il tribunale di Verona, infatti, aveva accolto la richiesta di concordato preventivo in bianco di Paluani, sui cui conti oltre alla pandemia aveva drammaticamente pesato il fallimento del Chievo di cui l'azienda deteneva oltre l'80%. A inizio giugno arriva però la conferma dal gruppo di Cremona, dal 2017 di proprietà della tedesca Katjes International, di un'offerta per rilevare Paluani. Offerta che è rimasta l'unica al Tribunale di Verona per l'azienda scaligera, da fine anni Sessanta in mano alle famiglie Campedelli e Cordioli.

Con l'aggiudicazione da parte del tribunale, Sperlari ha messo a segno un'operazione, costata 7,6 milioni di euro più altri 400mila di valore per il magazzino, definita dalla stessa "strategica" perchè le consente "di rafforzare ulteriormente la propria leadership nel mercato dei prodotti stagionali. L'acquisizione permetterà a Sperlari di proporre al consumatore una ancor più ricca offerta di specialità natalizie".

Nel contempo l'acquisizione permette di preservare la continuità aziendale e il marchio storico Paluani - spiega il gruppo cremonese in una nota - L'azienda sarà a breve rinominata Paluani 1921. "Con questa acquisizione si conferma l'impegno del Gruppo Katjes, proprietario di Sperlari, di proseguire ad investire in Italia e rafforzare la propria presenza industriale - ha dichiarato Tobias Bachmuller, azionista di Katjes e CEO di Sperlari - con una particolare attenzione ai prodotti tipici del Natale. Come ogni anno in questo periodo, nella storica sede di Sperlari a Cremona fervono i preparativi in vista della prossima stagione natalizia e le possibili sinergie con Paluani produrranno nel prossimo futuro benefici per tutti e un Natale ancora più ricco".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli