Italia markets open in 5 hours 30 minutes
  • Dow Jones

    34.021,45
    +433,79 (+1,29%)
     
  • Nasdaq

    13.124,99
    +93,31 (+0,72%)
     
  • Nikkei 225

    27.830,01
    +382,00 (+1,39%)
     
  • EUR/USD

    1,2086
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • BTC-EUR

    41.537,15
    -360,64 (-0,86%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.373,55
    -14,36 (-1,03%)
     
  • HANG SENG

    27.718,67
    0,00 (0,00%)
     
  • S&P 500

    4.112,50
    +49,46 (+1,22%)
     

Parte la stagione delle trimestrali USA

Investimenti Bnp Paribas
·2 minuto per la lettura

Le quotazioni dei principali indici di Borsa proseguono in un clima di incertezza a ridosso dei top storici e di periodo dopo che ieri sono stati pubblicati i dati sull’inflazione statunitense di marzo, la quale ha segnalato un incremento che su base annuale si è attestato al 2,6%. A gravare sul sentiment degli investitori è anche la decisione da parte della Food and Drug Administration USA di sospendere l’inoculazione del vaccino anti-Covid di Johnson & Johnson dopo che su circa 7 milioni di inoculazioni 6 persone hanno sviluppati rari coaguli nel sangue. La società produttrice del medicinale monodose avrebbe inoltre deciso di ritardarne la distribuzione in Europa. Il problema è relativo al fatto che se anche questo siero dovesse subire la sorte di quello AstraZeneca, con ampi spazi di perdita di fiducia da parte della popolazione, la campagna di immunizzazione potrebbe subire ulteriori rallentamenti, in particolare in Europa. L’andamento della campagna vaccinale è sotto i riflettori anche della Federal Reserve. In questo senso è da segnalare come il Presidente della Fed di St. Louis, James Bullard, abbia dichiarato che l’istituto centrale statunitense potrebbe iniziare a considerare le misure di tapering con il 75-80% della popolazione vaccinata. Da evidenziare come oggi partirà anche la stagione delle trimestrali a stelle e strisce, inaugurata dalle big del settore finanziario: si partirà con JP Morgan, Goldman Sachs e Wells Fargo. Interessante evidenziare anche come alcune indiscrezioni di stampa sostengano come nel report semestrale sul Forex che verrà pubblicato domani il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti non comprenderà la Cina come manipolatore di valuta.

I MARKET MOVER

La giornata inizierà con gli investitori concentrati sulla produzione industriale dell’Eurozona di febbraio. Sul fronte delle Banche centrali, si terrà un’audizione del Vicepresidente della BCE, Luis de Guindos, e del Presidente dell’istituto Christine Lagarde. Per gli USA oltre alle scorte di petrolio greggio dell’ultima settimana saranno da monitorare gli interventi del Presidente della Federal Reserve Jerome Powell, del suo vice Richard Clarida e di John Williams, Presidente della Fed di New York.

Autore: Investimenti Bnp Paribas Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online