Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.968,84
    -112,29 (-0,43%)
     
  • Dow Jones

    34.798,00
    +33,18 (+0,10%)
     
  • Nasdaq

    15.047,70
    -4,54 (-0,03%)
     
  • Nikkei 225

    30.248,81
    +609,41 (+2,06%)
     
  • Petrolio

    73,95
    +0,65 (+0,89%)
     
  • BTC-EUR

    36.333,90
    +946,93 (+2,68%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.067,20
    -35,86 (-3,25%)
     
  • Oro

    1.750,60
    +0,80 (+0,05%)
     
  • EUR/USD

    1,1718
    -0,0029 (-0,25%)
     
  • S&P 500

    4.455,48
    +6,50 (+0,15%)
     
  • HANG SENG

    24.192,16
    -318,82 (-1,30%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.158,51
    -36,41 (-0,87%)
     
  • EUR/GBP

    0,8572
    +0,0018 (+0,21%)
     
  • EUR/CHF

    1,0833
    -0,0017 (-0,16%)
     
  • EUR/CAD

    1,4827
    -0,0028 (-0,19%)
     

Passera (Illimity): crediti Utp, dopo fine moratorie avremo un numero importante di posizioni

·1 minuto per la lettura

L'AD di Illimity Corrado Passera prevede per i prossimi mesi un aumento dei crediti non performing. Lo ha detto lui stesso a margine del Meeting di Cl di Rimini. "Avremo un numero importante di posizioni" di imprese "che dopo la fine delle moratorie dovranno essere considerate 'non performing'". "Noi siamo specializzati nel credito alla crescita delle Pmi: dove vediamo un potenziale di grande crescita noi ci mettiamo. Siamo specializzati anche nel campo delle imprese che hanno avuto qualche problema ma hanno la possibilità di rimettersi in moto, la categoria degli Utp (i crediti unlikely-to-pay), tipologia incagli più nota". In funzione del Covid "nei prossimi mesi, certamente nel corso del prossimo anno, avremo un numero importante di posizioni che dopo la fine delle moratorie dovranno essere considerate 'non performing'". "La responsabilità delle banche - ha continuato l'ex ad di Poste e ministro dello Sviluppo economico del governo Monti - è saper individuare all'interno di questa categoria le tante aziende che se assistite possono essere rimesse a posto. Talvolta succede che quando un'azienda è in difficoltà la banca si tira indietro. Noi abbiamo la responsabilità di star vicino a quelle tante aziende che pur avendo avuto problemi anche a causa del Covid hanno le capacità, i prodotti, le tecnologie e la strategia per ritornare performing. Certamente il prossimo sarà un anno in cui molte situazioni dovranno essere affrontate".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli