Italia markets closed
  • FTSE MIB

    26.565,41
    -317,06 (-1,18%)
     
  • Dow Jones

    34.725,47
    +564,69 (+1,65%)
     
  • Nasdaq

    13.770,57
    +417,79 (+3,13%)
     
  • Nikkei 225

    26.717,34
    +547,04 (+2,09%)
     
  • Petrolio

    87,29
    +0,68 (+0,79%)
     
  • BTC-EUR

    33.943,82
    +1.189,52 (+3,63%)
     
  • CMC Crypto 200

    863,83
    +21,37 (+2,54%)
     
  • Oro

    1.792,30
    -2,70 (-0,15%)
     
  • EUR/USD

    1,1152
    +0,0005 (+0,04%)
     
  • S&P 500

    4.431,85
    +105,34 (+2,43%)
     
  • HANG SENG

    23.550,08
    -256,92 (-1,08%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.136,91
    -48,06 (-1,15%)
     
  • EUR/GBP

    0,8320
    -0,0008 (-0,10%)
     
  • EUR/CHF

    1,0375
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,4232
    +0,0044 (+0,31%)
     

Patto Bcc Napoli-Microcredito per aiuti a imprese

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 10 gen. (askanews) - Finanziamenti fino a 50mila euro per attuare progetti di microcredito e servizi di accompagnamento, tutoraggio e monitoraggio per le start up e le piccole imprese, soprattutto quelle gestite da donne e giovani. E' il contenuto dell'accordo, siglato, tra l'Ente nazionale per il Microcredito e la Banca di Credito Cooperativo di Napoli, nella città partenopea.

"Oggi abbiamo costituito le basi per un ulteriore passo avanti verso quel percorso di sostegno concreto all'economia reale che invoca risposte veloci ed efficaci per creare posti di lavoro, per contrastare la disoccupazione sia giovanile che femminile - ha detto il presidente della Banca di Credito Cooperativo di Napoli, Amedeo Manzo - L'accordo vuole contribuire alla costruzione di quella democrazia di opportunità di cui il Mezzogiorno ha bisogno. La nascita di start-up, il sostegno alle giovani micro imprese e lo sviluppo dell'imprenditoria femminile sono alcune risoluzioni immediate per contrastare quella emorragia di 'speranza' che determina la partenza dei giovani dai nostri territori".

"Due anni fa creammo una misura di sostegno denominata 'Pronto soccorso finanziario' che prevedeva finanziamenti veloci per le piccole e piccolissime imprese e che ha aiutato tantissime aziende durante la pandemia - ha ricordato Manzo - Oggi, in concomitanza con la nuova ondata di contagi, questa convenzione vuole dare un ulteriore supporto e aggiungere il valore del tutoraggio per le start-up. Dalle nostre analisi, infatti, si evince che le giovani imprese hanno difficoltà a svilupparsi per mancanza di liquidità, per carenza di garanzie e perché prive di assistenza professionale".

L'iniziativa che parte oggi andrà a erogare finanziamenti chirografari fino a 50mila euro con la durata di otto anni, grazie al Fondo di garanzia per le Piccole imprese, prevedendo l'affiacamento di un tutor per aiutare i neo imprenditori.

"La firma di questa convenzione sancisce l'apertura di nuove prospettive per la Microfinanza sul territorio. La BCC di Napoli, con la sua rete di sportelli, sarà un importante sostegno per le progettualità di Microcredito. Il sostegno di BCC Napoli e del presidente Manzo saranno utili per far sì che - ha evidenziato il presidente dell'Ente nazionale per il Microcredito, Mario Baccini - a Napoli e in Campania, grazie al lavoro dei tutor accreditati Enm, possano nascere nuove imprese che sappiano rivitalizzare l'economia locale e nazionale, offrendo un'opportunità con le garanzie dello Stato, creando lavoro, occupazione in un percorso di legalità e Autoimpiego. Il nostro scopo è dare nuova linfa e nuovo impulso a chi ha idee e vuol realizzarle".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli