Italia markets open in 39 minutes
  • Dow Jones

    34.798,00
    +33,20 (+0,10%)
     
  • Nasdaq

    15.047,70
    -4,50 (-0,03%)
     
  • Nikkei 225

    30.240,06
    -8,75 (-0,03%)
     
  • EUR/USD

    1,1722
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • BTC-EUR

    37.723,45
    +1.597,67 (+4,42%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.104,09
    +1,03 (+0,09%)
     
  • HANG SENG

    24.364,98
    +172,82 (+0,71%)
     
  • S&P 500

    4.455,48
    +6,50 (+0,15%)
     

Patuanelli: Governo consapevole che agroalimentare va sostenuto

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 1 set. (askanews) - "Riconosco il valore dell'agroalimentare italiane e vedo che tutto il governo si rende conto perfettamente conto del sostegno che dobbiamo dare a questo settore perché ha oggettivamente grandi opportunità e sfide davanti e grandi pericoli da schivare". Lo ha detto il ministro delle Politiche Agricole, Stefano Patuanelli, intervenendo a Cibus a un convegno organizzato da Fondazione Qualivita sulle Indicazioni Geografiche.

"Non possiamo non affrontare la questione delle calamità naturali in relazione alla necessità di tutelare il reddito dei produttori - ha quindi sottolineato il ministro - che non può essere più semplicemente l'indennizzo quando hai una calamità perché le calamità hanno una costante che ormai diventa ingestibile come evento eccezionale. Dobbiamo trovare sistemi di protezione del reddito dei produttori, perché se non facciamo questo rischiamo l'abbandono dei terreni e questo mette a rischio anche l'industria di trasformazione".

"C'è grande consapevolezza nel Governo dell'esigenza di investire, non di spendere, le risorse che abbiamo e stiamo costruendo il piano strategico nazionale sulla nuova Pac ascoltando le esigenze di tutto il settore", ha aggiunto Patuanelli ribadendo che, però, qualsiasi azione deve essere intrapresa "con la consapevolezza che il tempo del contributo a pioggia è finito, dobbiamo essere in grado di fare delle scelte che altri Paesi hanno fatto prima di noi, ma che se noi non facciamo oggi di condannare alla marginalità e al provincialismo quei prodotti così distintivi che rappresentano la nostra cultura e le nostre tradizione", ha concluso il ministro.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli