Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.031,76
    -168,91 (-0,49%)
     
  • Nasdaq

    13.891,70
    -160,64 (-1,14%)
     
  • Nikkei 225

    29.685,37
    +2,00 (+0,01%)
     
  • EUR/USD

    1,2035
    +0,0055 (+0,46%)
     
  • BTC-EUR

    45.191,94
    -1.321,82 (-2,84%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.219,93
    -79,02 (-6,08%)
     
  • HANG SENG

    29.106,15
    +136,44 (+0,47%)
     
  • S&P 500

    4.161,29
    -24,18 (-0,58%)
     

Pecoraro Scanio al Governo: Seaspiracy lancia allarme mari a rischio

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 31 mar. (askanews) - "Allarme mari a rischio. Più azione di controllo su pesca illegale e non regolamentata nel mediterraneo. Reti di plastica di decine di km abbandonate sui fondali e attività dannose di supernavi spesso asiatiche. Il film Seaspiracy lancia allarme. Servono più zone di protezione e sorveglianza".

Alfonso Pecoraro Scanio presidente della fondazione Univerde e già ministro dell'ambiente dopo l'ennesimo allarme a difesa del mare lanciato dal film Seaspiracy si rivolge al governo "occorre contattare lo scandalo delle supernavi che distruggono il patrimonio ittico del mediterraneo e delle reti di plastica lunghe anche decine di km abbandonate sui fondali marine . Bisogna realizzare zone di tutela e sorveglianza per evitare il collasso dei nostri mari . Come avviene anche in altri paesi le attività marittime legali e gli stessi impianti eolici off-shore dovranno non solo essere ambientalmente sostenibili ma anche utilizzati per aumentare sorveglianza e contrasto alla pesca illegale".