Italia Markets closed

Pensioni, Cisl: flessibilità uscita priorità sociale ed economica -3-

Vis

Roma, 10 feb. (askanews) - "Sul nodo delle risorse il Governo oltre a indicare le linee di indirizzo della nuova riforma del sistema previdenziale deve assicurare le risorse necessarie per finanziare le misure di cambiamento e revisione del sistema pensionistico sollecitato dal sindacato - ha dichiarato Sbarra - deve, attraverso l'Inps, indicare le platee di riferimento, le ipotesi dei costi previdenziali, ogni utile dato finalizzato ad agevolare il negoziato. Il nodo delle risorse si deve sciogliere tenendo presente l'enorme risparmio garantito dalle riforme pensionistiche fino ad oggi. Secondo la Corte dei Conti la sola riforma del 2007 ha permesso una riduzione della spesa pubblica pari a un punto di Pil l'anno. A questo va aggiunto il risparmio determinato dalla legge Fornero, valutato in circa 80 miliardi. Chiediamo ancora che tutti i risparmi determinati da quota 100, precoci, Ape sociale e dal recupero dell'evasione contributiva siano reinvestiti sul versante della nuova riforma pensionistica. E' una operazione finanziaria quella che chiediamo come sindacato - ha concluso il segretario generale aggiunto della Cisl - che deriva dai sacrifici dei lavoratori andati in pensione e che ora va in parte messo a disposizione e redistribuito anche su un Patto intergenerazionale, per restituire equità al sistema e rilanciare investimenti, crescita e coesione".