Italia markets open in 8 hours 15 minutes
  • Dow Jones

    34.792,67
    -323,73 (-0,92%)
     
  • Nasdaq

    14.780,53
    +19,24 (+0,13%)
     
  • Nikkei 225

    27.584,08
    -57,75 (-0,21%)
     
  • EUR/USD

    1,1846
    -0,0022 (-0,19%)
     
  • BTC-EUR

    33.640,85
    +1.014,32 (+3,11%)
     
  • CMC Crypto 200

    977,06
    +50,30 (+5,43%)
     
  • HANG SENG

    26.426,55
    +231,73 (+0,88%)
     
  • S&P 500

    4.402,66
    -20,49 (-0,46%)
     

Pensioni: nel 2070 la spesa inciderà per il 13-14% sul Pil

·1 minuto per la lettura

La spesa pensionistica in Italia inciderà sul Pil tra il 13 e il 14 per cento nel 2070. E' ciò che emerge dal rapporto stilato dall'Ufficio parlamentare di bilancio (Upb). Nel dettaglio, l'aumento dell'incidenza sul Pil sarà continuo fino al 2035-2045 per poi ridursi negli anni a seguire, grazie al progressivo passaggio del criterio retributivo a quello contributivo. Nei prossimi anni andranno, infatti, in pensione gli ultimi lavoratori rientranti nel calcolo retributivo e bisognerà aspettare verso il 2040 per vedere esaurirsi i percettori di assegni retributivi e pensionarsi i primi lavoratori rientranti nel calcolo contributivo ad accumulazione nozionale. Solo nel 2060 le pensioni in erogazione saranno tutte con calcolo contributivo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli