Italia markets close in 1 hour
  • FTSE MIB

    24.705,10
    -39,28 (-0,16%)
     
  • Dow Jones

    34.087,71
    -112,96 (-0,33%)
     
  • Nasdaq

    13.952,20
    -100,14 (-0,71%)
     
  • Nikkei 225

    29.685,37
    +2,00 (+0,01%)
     
  • Petrolio

    63,25
    +0,12 (+0,19%)
     
  • BTC-EUR

    46.392,81
    +251,12 (+0,54%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.262,30
    -36,66 (-2,82%)
     
  • Oro

    1.774,10
    -6,10 (-0,34%)
     
  • EUR/USD

    1,2031
    +0,0050 (+0,42%)
     
  • S&P 500

    4.171,39
    -14,08 (-0,34%)
     
  • HANG SENG

    29.106,15
    +136,44 (+0,47%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.025,38
    -7,61 (-0,19%)
     
  • EUR/GBP

    0,8611
    -0,0045 (-0,52%)
     
  • EUR/CHF

    1,1004
    -0,0018 (-0,17%)
     
  • EUR/CAD

    1,5044
    +0,0059 (+0,40%)
     

Per Bank of America Poste è un "Buy", forza in assicurazioni e finanza

Virgilio Chelli
·2 minuto per la lettura
Per Bank of America Poste è un
Per Bank of America Poste è un

Bank of America Global Research ha alzato il prezzo obiettivo a 13,5 euro basandosi sulla valutazione della somma delle parti. Il servizio postale è ancora un freno agli utili ma nel tempo è destinato a migliorare

Il business plan appena presentato da Poste Italiane convince Bank of America Global Research che assegna un rating BUY e alza il prezzo obiettivo a 13,5 euro in un’analisi firmata da Alberto Cordara e basata sul metodo di valutazione della somma delle parti, per fotografare la validità di un business complesso che spazia dai servizi finanziari, alle assicurazioni fino al servizio postale tradizionale di distribuzione di corrispondenza e pacchi. Secondo BofA, proprio quest’ultimo segmento del business di Poste rappresenta un freno per redditività e cash flow, ma nel tempo è destinato a migliorare.

PREZZO OBIETTIVO ALZATO A 13,5 DA 12,0

Servizi finanziari e assicurativi rappresentano invece attività ben redditizie e capaci di generare flussi di cassa importanti. Inoltre, sottolinea l’esperto di BofA, il recente restringimento dello spread dei BTP italiani ha contribuito a rafforzare le riserve di capitale della società. Per questo il BUY assegnato è accompagnato da un innalzamento dell’obiettivo di prezzo del titolo Poste a €13,5 €12,0, anche in considerazione del recente rally di mercato dei titoli finanziari italiani che ha indotto BofA a migliorare i multipli del settore assicurativo e dei servizi finanziari, entrambi ben presidiati da Poste.

SERVIZIO POSTALE A BREAKEVEN NEL 2024

Per quanto riguarda il tradizionale business postale, secondo BofA dovrebbe raggiungere il breakeven a livello operativo nel 2024, come risultato di un mix più efficiente tra la componente corrispondenza e quella dei pacchi. Seguendo lo stesso percorso logico, BofA assume che per il 2025 l’EBIT possa diventare positivo per 87 milioni, che viene considerato una stima prudenziale. Questo porterebbe la valutazione di questo segmento del business di poste da -0,4 miliardi di euro ad almeno +0,9 miliardi di euro.

RISCHI AL RIBASSO E AL RIALZO

Il business assicurativo e dei servizi finanziari, che corrispondono in termini di price/earnings a multipli rispettivamente di 9,6 volte e 10,8 volte rispetto agli utili attesi nel 2022, vengono valutati sulla base del range del consensus sui titoli del settore rilevato da Bloomberg tenendo conto del particolare mix di business di Poste. BofA come di consueto indica sia i rischi al ribasso, che sono relativi a regolazione, peggioramento del ciclo economico e insuccesso nella ristrutturazione del servizio postale, sia quelli al rialzo, rappresentati invece da ripresa economica oltre le attese, aumento dei tassi di interesse in Europa e successo nell’offerta di nuovi servizi e prodotti finanziari.