Italia markets open in 1 hour 44 minutes
  • Dow Jones

    33.821,30
    -256,33 (-0,75%)
     
  • Nasdaq

    13.786,27
    -128,50 (-0,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.567,16
    -533,22 (-1,83%)
     
  • EUR/USD

    1,2034
    -0,0007 (-0,06%)
     
  • BTC-EUR

    46.261,94
    +220,82 (+0,48%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.277,19
    +42,77 (+3,47%)
     
  • HANG SENG

    28.666,27
    -469,46 (-1,61%)
     
  • S&P 500

    4.134,94
    -28,32 (-0,68%)
     

Per la Fed la ripresa non è completa

Investimenti Bnp Paribas
·2 minuto per la lettura

Sui mercati prosegue la fase di incertezza, con le misure di contenimento della pandemia di Covid-19 tornate al centro dell’attenzione. In particolare è da segnalare come la Germania abbia deciso di prolungare le misure restrittive fino al 18 aprile per tentare di arginare la risalita della curva dei contagi. A questa notizia si aggiunge la lentezza del piano vaccinale europeo, penalizzato anche dalla crescita della sfiducia del vaccino di AstraZeneca, finito anche nel mirino dell’US National Institute of Allergy and Infectious Diseases, il quale ha dichiarato che i dati sull’efficacia del siero anglo-svedese sono obsoleti. In tal senso, l’azienda ha comunicato che nelle prossime ore rilascerà dei numeri aggiornati. In questo quadro, si sono per il momento placate le tensioni sui titoli di Stato USA, con il dollaro americano che è tornato a rafforzarsi contro le principali divise del pianeta. In questo quadro in un’intervista il Presidente della Federal Reserve di Dallas Robert Kaplan ha dichiarato che la Fed dovrebbe mantenere il costo del denaro intorno allo zero fino a quando l’economia a stelle e strisce non tornerà in salute, quindi fino alla conclusione del 2022 o a inizio 2023. Gli occhi degli operatori sono stati puntati sul numero uno della Fed, Jerome Powell, e sul Segretario al Tesoro USA, Janet Yellen. In una testimonianza al Congresso, il numero uno dell’istituto centrale americano ha dichiarato che il recupero economico è ancora distante dall’essere completo. Per assicurare la ripartenza la Fed utilizzerà tutte gli strumenti in suo possesso. La Yellen ha invece ribadito come si potrà vedere la piena occupazione già il prossimo anno.

I MARKET MOVER

La giornata di oggi sarà particolarmente ricca sul fronte del calendario macroeconomico. In particolare le rilevazioni da monitorare riguarderanno gli IHS Markit PMI manifatturieri, dei servizi e compositi per Francia, Germania, Eurozona, Regno Unito e Stati Uniti di marzo (preliminare). Per gli USA saranno invece da tenere sott’occhio le misurazioni relative agli ordini di beni durevoli di febbraio (dati preliminari). Nel pomeriggio il focus sarà invece relativo ai dati sulle scorte di petrolio pubblicate dall’Energy Information Administration.

Autore: Investimenti Bnp Paribas Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online