FTSE MIB
21.613,30
+78,78
0,37%
Genera grafico per FTSEMIB.MI
ALL-SHARE
23.043,57
+92,74
0,40%
ITLMS.MI
Ftse 100
6.625,25
+41,08
0,62%
^FTSE
Dax
9.409,71
+91,89
0,99%
^GDAXI
Dow Jones
16.408,54
-16,31
0,10%
^DJI
S&P 500
1.864,85
+2,54
0,14%
^GSPC
Nikkei 225
14.516,27
+98,74
0,68%
^N225
Euro-Dollaro
1,3813
0,0001
0,01%
Genera grafico per EURUSD=X
Euro-Sterlina
0,8226
0,00
0,01%
EURGBP=X
Euro-Franc...
1,2203
0,0001
0,01%
EURCHF=X
Dollaro-St...
0,5955
0,00
0,00%
USDGBP=X
Euro-Yen
141,4756
0,0151
0,01%
EURJPY=X
Euro-Yuan
8,5977
0,008
0,09%
EURCNY=X
Euro-Rublo
49,1753
0,0233
0,05%
EURRUB=X
Petrolio gr.
104,59
0,83
0,80%
Genera grafico per CLK14.NYM
Gas naturale
4,74
0,20
+4,53%
NGK14.NYM
Oro
1.295,80
-7,90
0,61%
GCQ14.CMX
Argento
19,65
0,02
0,08%
SIK14.CMX
Rame
3,04
0,02
0,51%
HGK14.CMX
Grano
697,50
+2,25
0,32%
WN14.CBT
Mais
499,25
-4,25
0,84%
CN14.CBT
 

Perché la Spagna non ha ancora chiesto gli aiuti europei

E’ meglio evitare di chiedere aiuto alla Banca centrale europea. Finché si può, almeno. La Spagna cerca di rinviare il più in là possibile la data fatidica in cui decidere per gli aiuti europei e diventare, quindi, il primo Paese ad aderire al Meccanismo europeo di stabilità (ESM). Chi si aspettava la richiesta firmata da Mariano Rajoy l’8 o lo scorso 18 ottobre in occasione dell’Ecofin e del Consiglio europeo, è rimasto deluso. La Spagna, per ora, resiste.

Diciamo subito, giusto per chiarire, che il processo di salvataggio eventuale che innescherebbe la Spagna, sarebbe diverso rispetto a quelli attuati per Grecia e Portogallo. Se Madrid decidesse di diventare il primo cliente dell’Esm, otterrebbe sì dai partner europei la liquidità necessaria per il suo sistema bancario, evitando certamente il fallimento di qualche istituto di credito, ma a che prezzo?

La Banca centrale europea entrerebbe in gioco, azionando lo “scudo anti spread”, annunciato nei mesi scorsi da Mario Draghi. La Bce, in buona sostanza, comincerebbe a fare incetta di bonos sul mercato secondario, in modo da abbassare lo spread tra bund e titoli spagnoli: una boccata d’ossigeno per i tassi d’interesse sul debito che, dovrebbero, diventare più sostenibili. Ma Rajoy temporeggia, abbiamo detto. Uno dei motivi è l’incognita sulle condizioni che verranno richieste a Madrid in cambio del denaro. Nuove imposizioni sulla strada dell’austerity che aggraverebbero la già drammatica situazione dell’economia iberica. La disoccupazione è al 25%, a fronte di una media europea di poco superiore all’11%, ossia 5milioni di spagnoli in cerca di occupazione. Tra il 2009 e il 2011, quando sono iniziate le politiche di austerity in tutta l’Eurozona, il Pil della Grecia è calato del 18% a fronte di una correzione sul saldo primario pari all’11,9% del Prodotto interno lordo. Nello stesso periodo il Pil dell’Irlanda (altro Paese Pigs che come Grecia e Portogallo ha chiesto aiuti alla Troika, Unione europea, Banca Centrale e Fondo monetario internazionale) è calato del 13% a fronte di misure di austerity corrispondenti al 4% del Pil.

Questi sono solo alcuni numeri che, però, rendono l’idea del perché il governo spagnolo faccia di tutto per evitare di aderire allo scudo anti spread che dovrebbe far diminuire il differenziale, ma trasformerebbe la Spagna in un Paese sicuramente meno attrattivo per gli investitori stranieri, innescando una spirale al ribasso sulle prospettive di crescita. Senza contare che una richiesta formale da parte di Madrid, potrebbe spingere anche l’Italia dopo poco nella stessa direzione. Insomma, occorre capire se il gioco vale la candela.

Mica facile. In questo contesto il governatore della Bce, Mario Draghi, ha difeso il suo scudo: “Il programma di acquisto di bond della Bce, l’Omt, fornisce all’Eurozona una rete di protezione pienamente efficace per evitare scenari distruttivi”. Ma c’è da considerare che Mariano Rajoy dribbla, fino a quando gli sarà possibile, l’adesione al programma di aiuti, anche per un motivo squisitamente politico. Il capo del governo non vuole rinunciare a combattere per traghettare la Spagna fuori dalla crisi senza che le politiche economiche del Paese siano decise a Francoforte e Bruxelles. “La decisione di chiedere gli aiuti spetta a me, in qualità di capo del governo”, ha detto nei giorni scorsi il premier spagnolo. “E ritengo che i tempi non siano ancora maturi”.

E’ meglio chiedere l’intervento della Bce, alla fin fine, o aspettare? “Dal punto di vista della reputazione, la partecipazione al programma di aiuti equivale all’ammissione del singolo Paese di ritrovarsi in condizioni economicamente disastrose con il conseguente effetto perverso sui propri titoli sovrani”, ha detto Laura Tardino, strategist di Bnp Paribas investiment partners, a Il Sole 24 Ore. “E’ quindi facile intuire che il salvataggio arriverebbe in extremis e a condizioni durissime imposte dall’Europa, priva di legittimazione democratica, perché non eletta dal popolo. La strada che si aprirebbe per lo Stato richiedente sarebbe, verosimilmente, quella seguita negli ultimi anni dalla Grecia”. Non certo un bell’esempio.


Discesa da 3 a 5 barre
Qui di seguito tratteremo un pattern elaborato da Oliver Velez e Frank Capra, autori di Master Trader, che reputo uno tra i migliori libri tradotti in italiano sulle tecniche di trading...
Come usare la
Andrews' Pitchfork

La Andrews’ Pitchfork prende
il nome dal suo ideatore, Alan Andrews che ha messo a punto questo strumento per identificare
gli obiettivi di prezzo e calcolare
la velocità con la quale tali obiettivi possono essere raggiunti...
Un setup completo di ingresso con la Barra di Esaurimento
Uno dei miei pattern preferiti
di inversione è senz’altro quella
che definisco come “Barra di Esaurimento” che per brevità
d’ora innanzi indicheremo con
la sigla “BE”...


UNA PAROLA AL GIORNO


Rialzista
Sai che cosa si indica con questo termine nel linguaggio finanziario e borsistico? Scoprilo subito!


Le ultime notizie

  • Il fiscal cliff frena le Borse. Titoli da preferire e da evitare
    Fiscal Cliff, corsa contro il tempo Yahoo! Finanza - ven 28 dic 2012 18:35 CET

    Una corsa contro il tempo. Questione di giorni. Anzi, di ore. L’America ha tempo fino al 31 dicembre per evitare il baratro fiscale. Lo spettro del “fiscal cliff” diventa … Continua »Fiscal Cliff, corsa contro il tempo

    Il fiscal cliff frena le Borse. Titoli da preferire e da evitare

    Una corsa contro il tempo. Questione di giorni. Anzi, di ore. L’America ha tempo fino al 31 dicembre per evitare il baratro fiscale. Lo spettro del “fiscal cliff” diventa sempre più minaccioso anche perché, ad oggi, il presidente Barack Obama e il Congresso (a maggioranza repubblicana) non hanno trovato nessun accordo.

  • Barack Obama torna alla Casa Bianca
    Stati Uniti, minaccia fiscal cliff Yahoo! Finanza - ven 21 dic 2012 14:42 CET

    Nessun accordo sul fiscal cliff. Non c’è stato alcun voto per il “piano B” dello speaker della Camera repubblicana, John Boehner. Tutto saltato perché mancavano i voti … Continua »Stati Uniti, minaccia fiscal cliff

    Barack Obama torna alla Casa Bianca

    Nessun accordo sul fiscal cliff. Non c’è stato alcun voto per il “piano B” dello speaker della Camera repubblicana, John Boehner. Tutto saltato perché mancavano i voti necessari. Il “piano B” di Boehner prevedeva un aumento delle tasse solo per chi guadagna oltre un milione di dollari.

  • Europa, ora il debito tedesco fa paura Yahoo! Finanza - mer 19 dic 2012 16:26 CET

    Anche la Germania deve fare i conti con il suo debito pubblico. Secondo Bruxelles non ci sono rischi nel breve termine, ma bisogna ridurre il debito. Tutta colpa della … Continua »Europa, ora il debito tedesco fa paura

    Anche la Germania deve fare i conti con il suo debito pubblico. Secondo Bruxelles non ci sono rischi nel breve termine, ma bisogna ridurre il debito. Tutta colpa della spesa previdenziale e sanitaria di uno Stato sempre più vecchio. Il Rischio è che il debito non scenderà sotto il 60% del Pil prima del 2030. Uno smacco …

  • La mossa di Mario Draghi
    Mario Draghi, uomo dell'anno per il FT Yahoo! Finanza - ven 14 dic 2012 14:52 CET

    “L’italiano determinato a salvare l’euro”. Il Financial Times ha incoronato Mario Draghi l’uomo dell’anno 2012. Ecco cosa ha fatto negli ultimi 12 mesi il governatore … Continua »Mario Draghi, uomo dell'anno per il FT

    La mossa di Mario Draghi

    “L’italiano determinato a salvare l’euro”. Il Financial Times ha incoronato Mario Draghi l’uomo dell’anno 2012. Ecco cosa ha fatto negli ultimi 12 mesi il governatore della Banca Centrale Europea.

  • Che Mario Monti non sia Lohengrin?
    Crisi di governo: ecco cosa Monti non riuscirà a fare … Yahoo! Finanza - mer 12 dic 2012 17:04 CET

    Non c’è tempo per portare a termine tutto quello che era già stato cominciato. Il governo Monti, arrivato al capo linea, non riuscirà a completare alcune riforme che … Continua »Crisi di governo: ecco cosa Monti non riuscirà a fare …

    Che Mario Monti non sia Lohengrin?

    Non c’è tempo per portare a termine tutto quello che era già stato cominciato. Il governo Monti, arrivato al capo linea, non riuscirà a completare alcune riforme che aveva già avviato, come quella del riordino delle Provincie o la delega fiscale.