Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.938,52
    -66,88 (-0,26%)
     
  • Dow Jones

    34.580,08
    -59,71 (-0,17%)
     
  • Nasdaq

    15.085,47
    -295,85 (-1,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.029,57
    +276,20 (+1,00%)
     
  • Petrolio

    66,22
    -0,28 (-0,42%)
     
  • BTC-EUR

    43.371,86
    -4.201,18 (-8,83%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.367,14
    -74,62 (-5,18%)
     
  • Oro

    1.782,10
    +21,40 (+1,22%)
     
  • EUR/USD

    1,1317
    +0,0012 (+0,10%)
     
  • S&P 500

    4.538,43
    -38,67 (-0,84%)
     
  • HANG SENG

    23.766,69
    -22,24 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.080,15
    -27,87 (-0,68%)
     
  • EUR/GBP

    0,8550
    +0,0056 (+0,66%)
     
  • EUR/CHF

    1,0378
    -0,0019 (-0,18%)
     
  • EUR/CAD

    1,4528
    +0,0056 (+0,39%)
     

Petrolio, ad ottobre consumi petroliferi in Italia +4,1%, in primi 10 mesi +8,5%

·1 minuto per la lettura

I consumi petroliferi ad ottobre sono stati pari a poco meno di 4,9 milioni di tonnellate, in progresso del 4,1% (+193.000 tonnellate) rispetto allo stesso mese del 2020, sebbene ancora inferiori del 9,4% (-506.000 tonnellate in meno) rispetto ad ottobre 2019 (quando i consumi erano pari a 5,4 milioni di tonnellate). Lo rende noto Unem in un comunicato precisando che da un lato ha influito il protrarsi della crisi dei consumi dei carburanti aerei (penalizzati dalla mancanza di voli di medio e lungo raggio), dall’altro, il rallentamento delle attività industriali legato alla carenza di componenti e materie prime che ha provocato ritardi nei tempi di produzione e consegna dell’industria manifatturiera.

Nei primi dieci mesi dell’anno i consumi petroliferi italiani sono ammontati a 45,4 milioni di tonnellate, con un incremento dell’8,5% (+3.543.000 tonnellate) rispetto allo stesso periodo del 2020, tuttavia ancora inferiori del 9,9% rispetto al 2019.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli