Italia markets close in 1 hour 45 minutes
  • FTSE MIB

    25.448,04
    -68,42 (-0,27%)
     
  • Dow Jones

    35.073,26
    -11,27 (-0,03%)
     
  • Nasdaq

    14.663,22
    -115,04 (-0,78%)
     
  • Nikkei 225

    27.283,59
    -498,83 (-1,80%)
     
  • Petrolio

    73,83
    +0,21 (+0,29%)
     
  • BTC-EUR

    32.781,93
    -994,94 (-2,95%)
     
  • CMC Crypto 200

    924,85
    -25,06 (-2,64%)
     
  • Oro

    1.829,00
    -6,80 (-0,37%)
     
  • EUR/USD

    1,1888
    -0,0008 (-0,07%)
     
  • S&P 500

    4.404,12
    -15,03 (-0,34%)
     
  • HANG SENG

    25.961,03
    -354,29 (-1,35%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.100,58
    -16,19 (-0,39%)
     
  • EUR/GBP

    0,8520
    +0,0004 (+0,05%)
     
  • EUR/CHF

    1,0765
    -0,0001 (-0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,4773
    -0,0017 (-0,11%)
     

Petrolio in bilico, ancora appeso a decisioni Opec+

·1 minuto per la lettura

La settimana parte poco sopra la parità per il petrolio, con i colloqui dei membri dell'Opec+ che restano in bilico e verranno aggiornati oggi. L'Opec+ non è riuscito a raggiungere un accordo venerdì scorso, e di conseguenza i membri proseguiranno le discussioni oggi per tentare di raggiungere una intesa. "Di conseguenza, i prezzi del petrolio si mantengono relativamente stabili, in attesa dell'esito dei colloqui di oggi”, sottolineano gli esperti di ING. Ora si guarda in particolare alle mosse degli Emirati Arabi Uniti che nel fine settimana hanno affermato di sostenere l'aumento proposto dell'offerta di 2 milioni di barili al giorno tra agosto e dicembre, ma ritengono che qualsiasi decisione sull'estensione dell'accordo dall'aprile 2022 alla fine del 2022 debba essere presa in un secondo momento.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli